.
contributo inviato da team_realacci il 7 luglio 2009
Il Consiglio di Stato ha annullato i provvedimenti dell'allora ministro Francesco Rutelli che, nel 2007, imposero un vincolo indiretto attorno all'area del borgo di Monticchiello (Siena), bloccando il completamento del complesso immobiliare al centro della battaglia di tutela ambientale della Valdorcia promossa dal professor Alberto Asor Rosa. Secondo il quotidiano la Repubblica ora si potrebbe riaprire il cantiere per realizzare le ultime tre villette da costruire. A far ricorso alla giustizia amministrativa furono gli stessi costruttori, gli imprenditori di Iniziative Toscane, il cui progetto prevedeva la realizzazione di 11 villette, per un totale di 87 appartamenti da vendere come seconde case.

La battaglia di Asor Rosa, che ha una casa nella zona, prese il via nell'estate 2006: il professore definì un ecomostro il complesso. Il Consiglio di Stato ha annullato il vincolo indiretto sostenendo, tra l'altro, che la procedura non ha ricevuto un adeguato approfondimento tecnico. "Non discuto le sentenze - è il commento di Asor Rosa -. La ferita è già evidente. Adesso confido in un'iniziativa degli enti locali perché si trovi un qualche risarcimento per l'impresa, in modo da evitare il completamento dell'ecomostro".

Legambiente chiede l'intervento urgente del ministro Bondi e della Regione Toscana. "Il ministro Bondi e la Regione Toscana trovino una soluzione per impedire lo scempio di Monticchiello. È quanto mai urgente impedire l'invasione delle seconde case in Toscana", sollecita l'organizzazione ambientalista in un comunicato, sottolineando come "colline, borghi storici e località costiere sono sempre più minacciate dal cemento e quindi dal dilagare di un modello di turismo sbagliato e dannoso".

Fonte: La Nuova Ecologia
7 luglio 2009

TAG:  LEGAMBIENTE  BATTAGLIA  SIENA  PAESAGGIO  ASOR ROSA  TUTELA  TUTELA AMBIENTALE  VINCOLO  BORGO  CONSIGLIO STATO  MONTICCHIELLO  COMPLESSO IMMOBILIARE  VALDORCIA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork