.
contributo inviato da Ricc2176 il 1 luglio 2009

Ma non sarà che nella direzione generale più di uno ha capito quanto piacciono a molti militanti o semplici estimatori del PD le cosiddette "seghe mentali" con la politica stile "risiko" con candidature e strategie e scemenze varie ??? no perchè a volte sembra quasi che anzi che sanare uno dei "mali" di questo partito stiano addirittura  alimentando queste finte passioni per occupare spazio in cui si potrebbe parlare di cose che interessano davvero tutti in questo paese.. Ossia già si parla "TROPPO" del congresso di Ottobre come se debba essere chissà quale planetario evento ? io onestamente inizio a spaventarmi della cecità ai piani alti di questo partito.. che non fa altro che vedersi servite delle occasioni ENORMI per fare "davvero" politica .. dato che ogni giorno assistiamo con ingredienti diversi allo stesso piatto.. la totale inettitudine e mancanza di idee con cui questo attuale governo tenta di affrontare i grandi temi che riguardano ognuno di noi in questo paese.. 

Ma questo potrebbe essere uno dei tanti (assolutamente legittimi, legittimati e quantomai giustificati) "appelli" che si leggono qui dentro da parte della gente comune.. questa potrebbe essere l'ennesima "iper-critica" che arriva dalla gente "normale" a coloro che stanno seduti in quelle poltrone da tanti anni e continuano con i paraocchi a gestire un partito che potenzialmente potrebbe essere "il primo" (non solo in Italia) come consensi e qualità, ed invece si riduce sempre alla solita accozzaglia di ex.. che si preoccupano molto del loro futuro e mai del nostro.. ecco è scappata un'altra iper-critica appunto..

  Ciò che continuo a non comprendere è questo imperversare di "iper-critica" da parte di molti che scrivono qui dentro.. il malcontento è una cosa, la poca informazione è ben altra.. La "personalizzazione" della politica, è "esattamente" ciò che chi ha costruito la "immagine-Berlusconi" vuole.. noto in continuazione che si parla di lui come se sia l'artefice di tutto, e quindi il capro espiatorio su cui riversare tutto l'odio possibile... e questo giochino ha contribuito come nient'altro (la storia dovrebbe avercelo insegnato) all'ormai inarrestabile espandersi della famigerata "casta", di una politica fatta di "magari intraprendo questa strada per stare al gioco del clientelismo, dei favori, del mi sistemo anche qualcuno in famiglia..",

è normale che molte persone (in tutto il mondo è così, non solo il Italia) facciano il gioco della politica accomunata agli affari (sempre personali del resto..), ma tolta quella parte, il resto dovrebbe essere (o continuare ad essere) politica "seria", come si faceva fino a 40 anni fa; persone competenti, che chiedevano poco, non pretendevano niente, e davano davvero tanto a questo paese, e come tanti amano dire oggi "sia a destra che a sinistra"... o forse qualcuno si aspetterà in un futuro (purtroppo lontano..) un monumento alla (ormai tristemente celeberrima) M.V. Brambilla "per i servigi resi alla patria".. o ad un Gasparri (con come epitaffio magari "ha contribuito in maniera rilevante allo sviluppo del paese"), o se ne potrebbero citare credo "centinaia".. e senza esagerazioni..

come per esempio l'aver fatto negli anni la FORTUNA di tutti gli omini dediti al poltronismo e alla politica dello "zero virgola".. dalla Sinistra ai Radicali, da Mastella a Dini, da Storace a Lombardo.. c'è molta gente dell'attuale "casta" che si frega le mani nel vedere come la gente canalizza i suoi sforzi nell'ascoltare chi idolatra l'angelo e chi demonizza il diavolo a seconda della (sempre comodissima) poltrona dove siede.. se una immagine del "Berlusconi-pensiero" si può sconfiggere è appunto sul piano politico.. perchè un tempo ormai lontano, la politica era considerata la nobile arte di occuparsi dei problemi di tutti, e possibilmente risolverli, migliorando le condizioni di ognuno di noi..

ora sembra una sorta di grande stadio dove i cittadini sono "i tifosi" e i giocatori sono le squadre dei "buoni" e dei "cattivi".. per cui si assiste a questo parossismo dove ci si "confronta" da esperti o presunti tali nel "ma bisogna andare contro Berlusconi, bisogna fermare Berlusconi, bisogna appoggiare Berlusconi.. e Berlusconi..e Berlusconi.."

chissà mai se arriverà un giorno (che credo stiano aspettando in molti in Italia) in cui magari a partire dal PD si dirà paradossalmente "Berlusconi chi?" .. ossia, basta con questa visione tipicamente cinematografica (appartenente peraltro alla nostra cultura occidentale, per quello fa tanta presa..) dello scontro Bene-Male e dell'eroe che deve sconfiggere l'anti-eroe..

se si è costruita (dal niente e NEL niente) l'immagine del Berlusconi come salvatore della patria, come comunicatore, come movimentatore di masse.. magari perchè non si inizia a parlare un pò più di noi e meno del "nemico da sconfiggere"?..

Il personalismo è il "primo male" della politica oggi, forse ancor di più dell'affarismo o del clientelismo, anche perchè poi molta gente al "sant'uomo che a tutto provvede" ci crede davvero.. e continuerà a crederci per tutta la vita, anche vedendo i propri figli vittime di questo "immobilismo" totale che ha impoverito ed imbarbarito il paese.. e nessuno gli toglierà dalla testa che "per fortuna che Silvio c'è" oppure (speriamo presto..) c'è stato.. anche perchè la prima cosa a cui pensare è che quando un sistema viene creato ad arte per "costruire" l'immobilismo a beneficio di pochissimi (e di conseguenza impoverendo ed imbarbarendo il restante 95% della popolazione di una nazione intera..) non è stato creato "per caso", ossia morto il nemico, se ne fa SUBITO un altro..

l'unica arma che può salvarci da questo sfascio è una "coscienza", che possiamo darci da soli, informandoci su ciò che ci succede intorno, ed imparando ad usare la nostra testa, e non ad essere "imboccati" da chi ci dice cosa dobbiam pensare;

a tal proposito (non so chi altro) io personalmente sono ancora "shockato" nell'aver visto l'ennesimo gioco del ricatto politico tra due forze come PdL e Lega.. in cui i rispettivi leader si minacciano dicendo "se tu dici ai tuoi elettori di votare SI al referendum del 21 giugno io dico ai miei elettori di non votare ai ballottaggi.. e l'altro "allora io che prima ho detto ai miei elettori di votare SI, se tu dici ai tuoi elettori di votare PdL ai ballottaggi, dico ai miei elettori di votare NO al referendum.. MA CI RENDIAMO CONTO ? oggi si è arrivati ad un punto da considerare talmente "stupidi" i propri elettori, non da presumere, da avere la totale certezza di poterli manovrare.. ho assistito di persona a conversazioni con convinti sostenitori di San Berlusconi, che 2 giorni prima affermavano candidamente di votare SI.. dopo, con tranquillità "no ma io non vado neanche a votare per il referendum.."

ecco, con QUESTI dobbiamo far conto noi. non possiamo continuare ad analizzare i "contorni" e a perder tempo a iper-criticare i nostri, dovremmo iniziare a prendere atto che oggi l'Italia è almeno per una buona metà, tutto questo.. e per chiudere come ho iniziato, il Berlusconi politico, si sconfigge "solo" sul piano politico.. (ossia educando le persone ad uscire dai personalismi aggiungo io). D'Alema ha pronunciato sante parole quel giorno, che poi è una cosa che immagino condividano in tanti ai piani alti del PD, la questione semmai è "perchè allora ci si affanna tanto a voler proseguire su questa strada dello "scontro bene-male?" ecco forse è questo che si dovrebbe chiedere a chi mai leggerà questi messaggi dispersi nel mare virtuale, questi più o meno accorati appelli che quotidianamente noi lanciamo nel vuoto.

Bisognerebbe iniziare a cambiare proprio modo di pensare, magari tornando a 40 anni fa, quando fare politica voleva dire ben altro, e pur essendoci sempre stati "omini dello zero virgola" o affaristi vari, quelli che venivano considerati erano gli uomini "seri", che dimostravano di saper lavorare per gli altri e si dannavano l'anima per il bene di tutti, non certo per il loro..
Saluti

TAG:  DIREZIONE PD  CONGRESSO PD  STATUTO PD  REGOLAMENTO ELEZIONE SEGRETARIO  PRIMARIE  ANALISI DEL VOTO  AMMINISTRATIVE  EUROPEE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
25 marzo 2009
attivita' nel PDnetwork