.
contributo inviato da verduccifrancesco il 18 luglio 2009

Dalla natura solo possiamo imparare
a vivere tranquilli senza calpestare,
chi, di noi, non vuol correre,
chi, con umiltà, la vita sa prendere.

Noi! non loro, siamo i dannati,
noi! col voler sempre essere impegnati.
Dimentichi del mondo che ci circonda,
calpestiamo chi, di noi, sempre si ricorda.

Poco ci vuole ad essere pazienti,
che il mondo, comunque, va avanti.
Comunque la vita continua,
anche senza nessuna ingiustizia.

Dalla natura, dunque, impariamo.

Madre di tutte le cose,
da sempre ci indirizza,
lungo le strade tortuose
della nostra misera esistenza.




TAG:  AMORE  POESIA  NATURA  CONVIVENZA 

diffondi 

commenti a questo articolo 3
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
10 marzo 2009
attivita' nel PDnetwork