.
contributo inviato da team_realacci il 25 giugno 2009
Da questa mattina un'operazione dei Carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Ancona in diverse regioni italiane ha portato a sequestri e perquisizioni nei confronti di un'organizzazione dedita al traffico e allo smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi. I trafficanti smaltivano abusivamente fanghi di industrie agroalimentari, residui della produzione e lavorazione di prodotti caseari, del pomodoro, ortaggi e miscele varie di rifiuti, in alcuni casi contaminati da idrocarburi e destinati da importanti aziende nazionali operanti in Campania, Lazio, Marche e Abruzzo, ad aziende della provincia di Macerata.

Per le 11 persone denunciate le accuse sono di attività organizzata finalizzata al traffico illecito di rifiuti, discarica abusiva, malversazione a danno dello Stato, getto pericoloso di cose, gestione di allevamento di bovini con modalità illecite per aver somministrato rifiuti speciali come sostanze alimentari. Sequestrati cinquanta ettari di terreno e circa 5.000 tonnellate di rifiuti e due aziende, una agricola zoootecnica e l'altra di compostaggio. Perquisizioni e sequestri sono in corso nelle Marche, Campania, Lazio, Abruzzo, Toscana ed Emilia Romagna.

Fonte: La Nuova Ecologia
25 giugno 2009

TAG:  TRAFFICO  RIFIUTI  ALIMENTARI  NOE  SEQUESTRI  PERQUISIZIONI  ANCONA  SMALTIMENTO ILLECITO  RIFIUTI SPECIALI  RESIDUI  LAVORAZIONE  PRODOTTI ALIMENTARI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork