.
contributo inviato da cerve87 il 20 giugno 2009

"E' inutile che sperate di buttare giù il governo e la maggioranza con trame giudiziarie e attacchi mediatici. Siamo la maggioranza e in un Paese democratico la maggioranza governa. Più continuate a fare così, più mi convincete a restare, mi fate pena, mi fate disgusto". Silvio Berlusconi lo ha gridato dal palco del comizio di Cinisello Balsamo per Guido Podestà alla presidenza della Provincia di Milano all'indirizzo di un gruppo di contestatori da una piazza accanto e della sinistra in generale.

"Siamo la maggioranza del Paese - ha detto Berlusconi rivolgendosi a un piccolo gruppo di contestatori con dei fischietti - e in un Paese democratico la maggioranza governa. Siete oggi come sempre dei poveri comunisti. Noi non siamo mai andati a disturbare un incontro loro, perché siamo democratici".

Speculato sui morti
"Hanno organizzato delle manifestazione sul nulla, mandando gente che non aveva nulla da chiedere e hanno strumentalizzato le speranze, la paura e i morti. Vergogna!". Così il premier Silvio Berlusconi, in un comizio a Cinisello Balsamo, è tornato sulla manifestazione organizzata a Roma contro il governo per l'azione svolta sulla ricostruzione dell'Abruzzo.

"Io mi indigno poco - ha detto Berlusconi - prendendo spunto da un gruppo di contestatori confinato in una zona limitrofa alla piazza dove tiene il comizio - ma questa settimana mi sono indignato molto" per le accuse che ci hanno mosso sul nostro operato in Abruzzo. "Entro il 30 novembre - ha proseguito - 15 mila persone avranno delle nuove case e nonostante ciò hanno organizzato delle manifestazioni sul nulla".

Poveri comunisti, analfabeti della libertà
"Abbiamo anche la contestazione: evviva!". Così il premier Silvio Berlusconi si è rivolto a un gruppo di contestatori riunitesi in una via adiacente alla piazza dove il premier sta tenendo un comizio a Cinisello Balsamo. Poi, rivolto alla sinistra più in generale ha aggiunto: "Non avete dignità, non saprete cos'è la democrazia e la libertà. Siete oggi come sempre dei poveri comunisti".

"Siete analfabeti della libertà". Si è rivolto così alla sinistra, nel corso di un comizio a Cinisello Balsamo, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Il premier ha aggiunto che quelli della sinistra sono sempre "incazzati perché la mattina si vedono allo specchio e non si piacciono".

Fonte: Rainews24

Ma di quali libertà parla Berlusconi? Proprio lui, un megalomane presuntuoso che non accetta le critiche e cerca, in ogni modo, di imbavagliare la libertà di informazione. Il decreto intercettazioni si muove proprio in questo senso. Non potendo utilizzare le intercettazioni, inoltre, molti reati non verrano mai scoperti.

Ecco qui il video del delirio berlusconiano:
http://www.youtube.com/watch?v=2mlEzC8CCMc


Infine vi allego anche un link in cui alcuni poliziotti mettono le mani addosso ad alcuni pacifici manifestanti. Evviva la libertà!
http://www.youtube.com/watch?v=VWd1gc_8dcs

TAG:  BERLUSCONI  CINISELLO BALSAMO  POVERI COMUNISTI  FISCHI  CONTESTAZIONE  COMIZIO  MANIFESTAZIONE  DEMOCRATICI  LIBERTÀ  POLIZIA   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
6 giugno 2009
attivita' nel PDnetwork