.
contributo inviato da laniusminor il 18 giugno 2009


Dal sito di Repubblica:

Michela Vittoria Brambilla dichiara "Sono allibita. Ma davvero qualcuno in buona fede può pensare che un fermo immagine con la mano alzata possa farmi passare per un ministro che fa il saluto romano. Oltretutto si trattava di una cerimonia ufficiale".

La responsabile del Turismo, poi, ha aggiunto: "Ovviamente, l'unica risposta è quella semplice e che mi sembrava logica e vera per tutti e cioè che la foto mi ritrae mentre saluto la folla. Non mi è passato nemmeno per la mente che qualcuno potesse equivocare il mio gesto. A chi insiste nel sospetto, ove non fosse in malafede (come credo siano quelli che hanno sollevato il caso), rivolgo comunque un mio rispettoso e definitivo chiarimento: mai fatto nè pensato di fare alcun gesto apologetico del regime fascista verso cui non ho mai mostrato indulgenza e men che meno simpatia".

Credo che dovremmo giustificare il ministro poiché:

1) si trovava a Lecco, quindi il saluto era per i lecchesi, non per i romani
2) mai e poi mai farebbe un "saluto Romano" perché lei saluta solo Silvio, Prodi no.
3) i romani che frequenta si salutano così, quindi pensa che non ci sia niente di strano
4) non ha la minima idea di cosa sia un "saluto romano": i libri di storia li usa come fermaporta e gli altri che ha in casa sono soprammobili.

...con un presidente del Consiglio come Berlusconi, che ministri potremmo aspettarci?

Silvio, quando nominerai un cavallo senatore? Sai, la par-condicio. Non vorrei che i cavalli diventassero gelosi, i ministeri sono pieni di somari...

TAG:  POLITICA  MICHELA VITTORIA BRAMBILLA  BRAMBILLA  SALUTO ROMANO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
12 dicembre 2008
attivita' nel PDnetwork