.
contributo inviato da cerve87 il 15 giugno 2009

La procura di Roma non procedera' al sequestro delle migliaia di altre foto che farebbero parte dell'archivio del reporter sardo Antonello Zappadu. Il nuovo esposto, presentato questa mattina a piazzale Clodio, dall'avvocato Niccolo' Ghedini, difensore di Silvio Berlusconi, relativo a una richiesta di sequestro per violazione della privacy, prendera' (domani) la strada di Tempio Pausania assieme al fascicolo che vede Zappadu gia' indagato per interferenza illecita nella privata e tentata truffa ai danni del settimanale 'Panorama' in relazione alle 700 foto scattate a Villa Certosa tra il 2007 e il 2008. Il procuratore Giovanni Ferrara e il pm Simona Maisto sono convinti che non sussistano gli estremi d'urgenza per mettere sotto sigillo le oltre 5000 foto che Zappadu sostiene di aver gia' venduto all'estero. Anche ammettendo l'esistenza di queste ulteriori foto su Villa Certosa (ne ha parlato lo stesso Zappadu ad alcuni quotidiani), queste non si troverebbero di certo nella disponibilita' del reporter, visto che la sua casa e il suo posto di lavoro sono stati gia' accuratamente setacciati nei giorni scorsi dai carabinieri su delega dei pm capitolini. Intanto, il fascicolo sui voli di Stato che vede Berlusconi indagato per abuso d'ufficio sara' trasmesso al tribunale dei ministri entro questa settimana: massimo riserbo della procura sulle richieste che accompagneranno l'invio del fascicolo. (AGI)

TAG:  BERLUSCONI  PROCURA  INDAGINE  FASCICOLO  FOTO  REPORTER  FOTOGRAFO  VILLA CERTOSA  AVVOCATO  GHEDINI  ANTONELLO  ZAPPADU  CARABINIERI  QUOTIDIANI  ESTERO  DELEGA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
6 giugno 2009
attivita' nel PDnetwork