.
contributo inviato da team_realacci il 11 giugno 2009
Roma, 11 giugno 2009. "Ogni giorno diventa piu' evidente che un forte, moderno partito riformista deve mettere l'ambiente al centro del suo programma e della sua identita'. Per questo va presa in serissima considerazione la possibilita' di candidare un ambientalista alla guida del Pd".
E' quanto dichiarano il senatore Roberto Della Seta e Fabrizio Vigni, presidente degli Ecodem: "L'affermazione in Europa, dalla Francia alla Germania- affermano Vigni e Della Seta - di forze ambientaliste liberate da tentazioni minoritarie e fondamentaliste, la stessa vittoria di Barack Obama alfiere della 'green revolution', dimostrano che oggi l'ambiente e' una delle parole chiave del vocabolario riformista e uno dei grandi temi
che possono dare nuova linfa vitale, nuove speranze di successo ai partiti di centrosinistra".
Cosi' "dev'essere anche in Italia, ed e' un segnale incoraggiante che tra le risposte al sondaggio di 'Repubblica' sul futuro del Pd e dei progressisti, una delle piu' votate sia quella che chiede di dare vita a 'un grande partito a forte impronta ambientalista'. Decideremo nelle prossime settimane se per accelerare questo percorso sia utile candidare un ecologista alla leadership del Partito democratico".

Fonte: Dire
11 giugno 2009

TAG:  AMBIENTE  PD  REPUBBLICA  SVILUPPO SOSTENIBILE  SONDAGGIO  RONCHI  OBAMA  ECODEM  FERRANTE  DELLA SETA  PARTITO RIFORMISTA  VIGNI  GREEN REVOLUTION  COHN BENDIT  AMBIENTALISMO MODERNO  PARTITI ECOLOGISTI EUROPEI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di paolamaria inviato il 12 giugno 2009
L'importante è che non si azzardi a proporsi gente come d'Alema, la sua sola proposta mi farà smettere di votare
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork