.
contributo inviato da LucaPat il 3 giugno 2009

Penso agli incarichi di prestigio che ha ricoperto Emma Bonino a livello internazionale, a come è stimata e conosciuta all'estero, alle sua battaglie, al suo lavoro in Europa, alla sua competenza, alla sua storia, all'idea di Europa che lei i i suoi collaboratori e compagni di partito hanno; allo stesso tempo, ho in mente cosa vanno a fare a Strasburgo e per quali de-meriti acquisiti vanno a farsi eleggere alcuni mezzi uomini politicanti al Parlamento Europeo, con un approccio "de mito-mastelliano", raccimolare soldi per le loro clientele locali, fondi che poi spesso non riescono ad ottenere di fatto, o perchè hanno bisogno di evidenze e certificazioni varie di regolarità per essere assegnati che figuriamoci, soprattutto al meridione ... o perchè, come ha datto Alessandra Mussolini, "lì è difficile lavorare, non ci traducono i documenti in Italiano" ( io lavoro a tempo determinato, guadagno 1200 Euro al mese, la conoscenza advanced della lingua inglese è data per sconatata ).

Onestamente, da militante PD, sono combattuto, avrei quali voglia di dare il mio contributo affinchè Bonino, ma anche Marco Cappato, per esempio, vadano in Europa.

Perchè non le vediamo queste cose, perchè i nostri dirigenti politici non sono, anche in questo caso, come peraltro dimostrano di essere spesso, intellettualmente onesti ? Quale è la necessità dello sbarramento del 4% in Europa, mi chiedo: la framentazione del Parlamento Europeo non è un vincolo al suo funzionamento come lo era la frammentazione del Parlamento Italiano nel Parlamento Italiano, inoltre i pochi eletti di partitini italiani sarebbero andati comunque ad aggregarsi in gruppi già precostituiti, sicuramente non producendo frammentazione e intoppi  a Strasburgo.

Ecco, questo è quello che volevo dire: come sempre Bonino vincerà, vinceranno anche Cappato e Pannella e tutti quelli che fanno le cose giuste, in ogni caso, comunque vadano le cose, è l'Italia che probabilmente ancora una volta perderà.

Luca Patavino.

TAG:  PARLAMENTO EUROPEO  BRUXELLES  EMMA BONINO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Yerle inviato il 3 giugno 2009
Condivido, tanto che quest'anno alle Europee voterò proprio per i Radicali pur non condivendo parte della loro politica: sono troppo importanti per la politica italiana.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 novembre 2008
attivita' nel PDnetwork