.
contributo inviato da brunodettori41 il 20 maggio 2009
Tanti anni di illusoria e inafferrabile Rinascita, di siccità e di sfide, di ostinata solitudine e di orgogliosa speranza. Oggi l'orologio segna il tempo della consapevolezza e, con questa, del desiderio di voler essere fortemente Sardi di Sardegna, ricchi della nostra identità, fieri di realizzare - anche noi - il sogno di una regione modello ben integrata in Europa.

Tutto è a portata di mano. Occorre recuperare la giusta fermezza per affrontare con capacità di competere le nuove sfide, per acquisire maggiore sicurezza in noi stessi, per affermare le qualità vincenti delle nostre risorse.

Unici in Europa. Questo il nostro programma da esportare per proclamare tutte le vere ed autentiche preziosità di questa terra: la sua storia, il suo ambiente, le sue tradizioni, il buongoverno millenario dello spazio rurale, le sue coste e le sue montagne, i suoi colori, i suoi profumi, i suoi frutti, la sua gente, la sua identità!

Allora perché guardare alla Lombardia o ricorrere ai modelli catalano e irlandese, tradendo la nostra memoria per inseguire realtà diverse e soffocando ogni legittima aspirazione a farci sentire, così come siamo, cittadini europei?

Tanta superficialità è assolutamente incomprensibile ed inaccettabile ma, soprattutto, rischia di essere anche profondamente offensiva e contrproducente.

I Sardi devono riprendere con passione e ottimismo a lavorare insieme per un progetto di sviluppo incentrato sulla qualità, senza consentire a nessuno approdi facili, incursioni piratesche e devastanti. Devono vigilare perché non siano stravolti valori, tradizioni e sentimenti. Devono capire che è assai pericoloso lasciarsi incantare da falsi profeti.

Con forza sappiano dire a tutti: giù le mani, la Sardegna non è in vendita.

Bruno Dettori
TAG:  AMBIENTE  EUROPA  SARDEGNA  IDENTITÀ  SFIDE  BRUNO DETTORI  SARDI DI SARDEGNA  SPAZIO RURALE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
19 maggio 2009
attivita' nel PDnetwork