.
contributo inviato da verduccifrancesco il 15 maggio 2009

Come stelle solitarie,
sospese nel cielo
ve ne state.
Fioriti nel vuoto
come grappoli d'uva,
lontani dal mondo,
che mano di dea,
che alito divino,
 solo vi possa
sfiorare;
che mai mano d'uomo
osi solo toccare.
Per sublime visione, 
dalla terra sbocciate,
madre di ogni forma,
la vostra dolcezza
a plasmato.
 





TAG:  FIORI  CIELO  POESIA  PIANTE  FOTOGRAFIA 

diffondi 

commenti a questo articolo 3
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
10 marzo 2009
attivita' nel PDnetwork