.
contributo inviato da team_realacci il 27 aprile 2009
Roma, 27 aprile 2009  

“L’Italia leader nella battaglia ai mutamenti climatici. Il Governo raccolga l’appello lanciato oggi dal Principe Carlo di assumere, con la presidenza del G8, il ruolo di paese guida nella sfida del clima a livello mondiale così da porre le basi per un accordo storico per contrastare i mutamenti climatici e i loro effetti al prossimo vertice di Copenhagen”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile ambiente del Partito Democratico, commentando il discorso che il Principe Carlo di Inghilterra ha tenuto oggi alla Camera dei deputati .
“Si tratta di una prospettiva ambiziosa”, aggiunge Realacci, “che darebbe all’Italia l’opportunità di uscire da una posizione di retrovia rispetto a quanto stanno facendo i più importanti paesi occidentali e anche di mettere in campo un rilancio della competitività, dell’occupazione e della sicurezza energetica del nostro paese”.
“E’ una sfida difficile, ma praticabile, che richiede lungimiranza e coerenza”, conclude Realacci. “Qualità che non sempre caratterizzano l’attuale maggioranza di governo. E’ davvero paradossale, infatti, sentire il Principe Carlo che cita come caso virtuoso dell’Italia la qualità della nostra industria degli elettrodomestici bianchi e le politiche di incentivi che negli anni passati hanno favorito il ricambio di modelli energivori e obsoleti con quelli ad alta efficienza energetica, proprio nei giorni in cui la maggioranza al Senato approva un emendamento che danneggia fortemente questo settore industriale e le misure per contenere gli sprechi di energia”. 
 
Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  ITALIA  APPELLO  CLIMA  G8  ACCORDO  MUTAMENTI CLIMATICI  COPENHAGEN  SICUREZZA ENERGETICA  PRINCIPE CARLO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork