.
contributo inviato da salvo sr il 21 aprile 2009

La conferenza ONU contro il razzismo che si è tenuta in questi giorni in Svizzera mi lascia un po' perplesso. Nella bozza dei lavori si parla del sionismo come bastione del razzismo e la Nokba (la diaspora dei palestinesi) unico e autenti esempio di genocidio (negando così quello degli ebrei). Infine interviene il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad, arcinoto per sua volontà di cancellare Israele dalle cartine geografiche, e dice che Israele è uno stato razzista costruito a questo scopo dalle potenze occidentali. Ma quello sfoderato dall'iraniano non è odio antisemita? O ha sbagliato conferenza oppure noi occidentali abbiamo una diversa concezione del razzismo. Capisco che è in campagna elettorale e deve distrarre i propri elettori con un nemico esterno, ma ha decisamente sbagliato sede. A quel punto la conferenza ONU si è trasformata per Ahmadinejad in una vetrina buona solo per guadagnare voti e qualche titolo di giornale. Avevo qualche dubbio, ma a quanto pare la scelta di vari governi, tra cui quello italiano, di non partecipare ai lavori è stata giusta.

TAG:  CONFERENZA ONU  RAZZISMO  ISRAELE  IRAN  AHMADINEJAD 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 febbraio 2009
attivita' nel PDnetwork