.
contributo inviato da Ermete Realacci il 20 aprile 2009
Lettere

Scrivo a tutti nella speranza che qualcuno mi ascolti. Dite NO all'inciucio sul referendum. La responsabilità è del governo, venga allo scoperto a dire a tutti che butta i soldi dalla finestra e vuol rimandare all'anno prossimo solo per ricattare al Lega. Non ci prestiamo a questi giochetti!

Lucia

Complimenti per la sensata proposta di rinviare il referendum di un anno, ecco perchè voi del Pd continuate a perdere voti, grazie a queste vostre prese di posizioni, un saluto da un vs ex elettore.

Franco


Risposta

Cara Lucia e caro Franco, visto che l’oggetto delle vostre mail era lo stesso, rispondo a entrambi con questa replica.
Sostengo il referendum e faccio parte del comitato promotore perché penso che la nostra legge elettorale sia pessima e credo che la prospettiva del referendum possa spingere il Parlamento a cambiarla. Se non ho alcun dubbio sulla necessità di correggere la nostra legge elettorale, infatti, ne ho diversi sul referendum abrogativo, strumento che ritengo eccessivamente limitato. In altre parole, anche in caso di raggiungimento del quorum e di una nostra vittoria, la legge elettorale che uscirebbe dalle urne non sarebbe comunque una buona legge. Anzi, il Parlamento si troverebbe con ogni probabilità a doverci rimettere le mani.
Così come sostengo il referendum, sostengo anche l’election day e non ho proposto alcun rinvio di questa consultazione popolare. Ma, dal momento che il governo ha scartato definitivamente l’ipotesi di accorpare il referendum alle europee - decisione che ritengo gravissima - ho aperto alla possibilità di un rinvio. E l’ho fatto principalmente per due ragioni: l’accorpamento del referendum alle prossime regionali permetterebbe comunque un risparmio per le casse dello Stato, mentre l’anno che ci separa dalle amministrative potrebbe essere utilmente impiegato per mettere a punto una legge elettorale organica, che vada proprio nella direzione indicata dal referendum.

Ermete

TAG:  RINVIO  REFERENDUM  AMMINISTRATIVE  LEGGE ELETTORALE  ELEZIONI REGIONALI  SPRECO  DENARO PUBBLICO  ELEZIONI EUROPEE  ACCORPARE 

diffondi 

commenti a questo articolo 4
commento di Ermete Realacci inviato il 6 maggio 2009
Solo per precisare che il PD non è retrocesso dalla proposta di accorpamento del referendum con le europee. È stato il governo a rigettarla. Solo quando è stato chiaro che quella era la decisione definitiva della maggioranza abbiamo chiesto il rinvio di un anno e l’accorpamento del referendum alle prossime regionali.

Ermete
commento di gico_81 inviato il 28 aprile 2009
Premesso che il PD non doveva ASSOLUTAMENTE retrocedere dalla proposta di accorpamento del referendum con le Europee, e rispedire al mittente ogni proposta alternativa.
Ora che ormai la frittata é stata fatta, l'idea di rinviare di un anno il referendum in modo da poterlo accorpare con i referendum "grillini" non mi pare insensato (peraltro trattano tematiche simili), e comporterebbe lo stesso un enorme risparmio per le casse dello Stato (dovendo fare una tornata referendaria invece che due). Per 3-400 milioni di Euro, e considerando anche che non ci sono altre elezioni all'orizzonte per un po', vale la pena di rimandare un anno.

Giancarlo
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork