.
contributo inviato da Pierpaolo Farina il 19 aprile 2009

                        

In questa Italia degli Editti del Padrone e degli Edittini dei suoi servitori, ci mancava giusto la vaticanista Bianchetti, famosa per aver defenestrato con tanto di benedizione papale Mara Venier da Domenica In, a mostrare tutta la propria fedeltà al padrone.

Mentre a Palazzo Grazioli i fedelissimi Mediaset si scannano per infiltrarsi alla Rai per la seconda volta di seguito, i giornalisti "non faziosi" fanno a gara a elogiare premier e governo, per evitare l'epurazione.

In casi come questi non è il caso di parlare di deriva immorale indecente, ma di istinto di sopravvivenza: c'è chi ce l'ha e chi no. Solitamente gli sprovvisti o sono come Santoro o sono come Silvan: i primi sono consapevoli a cosa fanno incontro, i secondi no.

Perchè tra tutta quella gente che c'era lì, qualcuno poteva anche dirglielo a Silvan che se si fosse addirittura permesso di fare una battuta su Berlusconi, avrebbe fatto la fine di Beppe Grillo.

Non vedo oramai da anni Domenica In (ginocchio), solo l'altro ieri ho visto la performance pasquale della Bianchetti su Blob e mi sarebbe tanto piaciuto tirarle una scarpa dal televisore (benedetto il giorno che faranno la tv virtuale).

Silvan si è limitato a dire che la sua bacchetta l'avrebbe prestata a Berlusconi (lui aveva dichiarato in una conferenza stampa di non avercela): quello che non hanno inquadrato le telecamere (ma che si può immaginare dalla faccia e dalle gesticolazioni furiose della Bianchetti) è stato il putiferio tra tecnici e autori che deve essersi scatenato nello studio.

Intanto l’anello sparisce e l’ingenuo Silvan sorride in attesa dell’applauso, che viene però stoppato dalla poveretta: "La tua battuta era assolutamente personale. Colgo l’occasione per ringraziare le istituzioni molto presenti sul campo con grande impegno concreto e tutti i volontari e le persone che stanno dimostrando grande unità. Perdonami, Silvan, è un’osservazione che personalmente volevo fare".

Ecco, la prossima volta ricordati pure di inginocchiarti e farti il segno della croce.

TAG:  SILVAN  DOMENICA IN  BIANCHETTI  GOVERNO  REGIME  RAI  COMITATO ETICO 

diffondi 

commenti a questo articolo 3
commento di paola71 inviato il 21 aprile 2009
Bene, bisognerebbe che questo tuo messaggio la Bianchetti e chi la dirige da dietro le quinte o le telecamere come si vuole, lo leggessero e riflettessero di quanto è cambiata questa Domenica in e la Rai, dai tempi di Corrado e della stessa Venier.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork