.
contributo inviato da nicoli marco il 16 aprile 2009

 

Hanno sospeso, praticamente licenziato, Vauro, perchè la sua vignetta sull'ampliamento dei cimiteri ha "offeso i sentimenti delle vittime del terremoto". Ora, anche ammesso che quella vignetta possa essere stata di pessimo gusto, da qui ad emettere un provvedimento che sa tanto di censura alla libertà di satira, il fatto in se stesso lascia trasparire quanto siamo caduti in basso.  Ma che Paese siamo ?
Siamo il Paese dove un ministro della Repubblica va in Tv, al tg1 in prima serata, e, credendo di essere furbo e magari passando per ganzo, si apre la camicia per mostrare la controversa vignetta su Maometto, mettendo a repentaglio la vita degli Italiani che lavorano nelle regioni islamiche e poi, quando un vignettista italiano cerca di esprimere la sua satira, condivisibile o meno, ma tutto sommato "innocente", viene silurato, gridando all'indignazione.
Siamo il Paese dove in Tv abbondano i culi e le tette e dove i controsenso e gli ammiccamenti sessuali hanno raggiunto una volgarità indicibile.
Siamo il Paese dove un parlamentare cattolico, dopo aver partecipato al family day, si fa beccare nel bel mezzo di un orgia, con tanto di droga e prostitute e il suo segretario di partito cerca di giustificarlo, proponendo un contributo per avvicinare le famiglie ai Parlamentari.
Siamo il Paese dove si manifestano crociate per la vita, prendendo a pretesto l'infermità di una ragazza in coma vegetativo da 17 anni e poi quando un tabaccaio insegue un giovane rapinatore disarmato per strada e lo ammazza sparandogli alle spalle, quello é un eroe.
E' questo il Paese che vogliamo?
Hanno strumentalizzato il terremoto per farsi propaganda, con il consiglio dei Ministri che andrà all'Aquila a fare passerella. Tutto ciò é un dramma, anzi no una farsa.....
TAG:  VAURO  LIBERTÀ DI SATIRA  PAESE  TERREMOTO  CONSIGLIO MINISTRI  FARSA ATTUALITÀ 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di rebyjaco inviato il 18 aprile 2009
Nicoli! Sei un cattivone. Parli come un Santorista. Se ti becca un Berlusconista, ti proibisce di toccare la tastiera, la motivazione? Attentato all'utilizzo del dito indice, (spero che anche Tu, scriva con due sole dita), accompagnato dall'accusa di ricordare agli Italiani che Berlusconi è un Buffone. Meno male che qualcuno si ricorda, e ricorda agli altri, che la storia finirà male. Ma non diamo la colpa a Berlusconi, Lui agisce come fanno TUTTI i tirannelli, come fanno tutti i Psicopatici, Come fanno tutti coloro che pretendono di avere tutto il potere nelle Loro mani. Niente di nuovo, basterebbe che "" LA GENTE "" leggesse un po' di storia, coloro che LO votano , non lo fanno. Fondamentale, essenziale, sarebbe dare ai votanti, un'alternativa credibile a Berlusconi, purtroppo..........
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
15 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork