.
contributo inviato da team_realacci il 14 aprile 2009
Roma, 14 aprile 2009
 
“Ora è arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti. Il Partito Democratico è disponibile a una piena collaborazione purché il piano per superare l’emergenza e ricostruire l’Abruzzo sia incentrato su alcuni punti fondamentali”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile ambiente del Partito Democratico, avanzando delle proposte per affrontare la situazione del sisma abruzzese”.
“Per prima cosa”, spiega Realacci, “è necessario destinare in via prioritaria alle zone terremotate le risorse disponibili nei capitoli ordinari come le infrastrutture e le bonifiche, per gli interventi necessari alla rete stradale e autostradale danneggiata. In secondo luogo è fondamentale abbandonare per il futuro qualunque ipotesi di sanatoria dell’abusivismo edilizio e non confondere mai la necessaria semplificazione burocratica con un via libera alla deregulation. Provvedimenti quali l’eliminazione della certificazione energetica per gli edifici, la continua proroga all’entrata in vigore delle norme antisismiche e il tentativo di “tana libera tutti” contenuto nelle prime versioni del cosiddetto piano casa del Governo, compresa una semplificazione in materia antisismica, devono appartenere ad una storia che non vogliamo mai più vedere nel nostro paese. Inoltre, nella ricostruzione si dovrà fare tesoro dell’esperienza del terremoto delle Marche e dell’Umbria dove si è sperimentato un positivo rapporto fra stato centrale e istituzioni locali."
"Infine”, conclude Realacci, “in questa tragica occasione avanziamo ancora una volta le richieste di condizionare gli aumenti di cubatura non solo a chi ristruttura la proprio abitazione nel segno dell’efficienza energetica, ma anche a chi interviene con rigorosi requisiti antisismici e di estendere gli ecoincentivi del 55% anche a chi mette in sicurezza la propria abitazione con criteri antisisimici.“
 
Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  ABRUZZO  ABUSIVISMO EDILIZIO  TERREMOTO  SANATORIA  RICOSTRUZIONE  DEREGULATION EDILIZIA  NORME ANTISISMICHE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork