.
contributo inviato da Anpo il 12 aprile 2009

Dopo giorni di dormiveglia anche il Presidente della Camera Fini si è accorto nel modo in cui i mass media hanno trattato la tragedia del terremoto in Abruzzo. Ma lo ha fatto preoccupandosi solo di una trasmissione.

Quale? La solita, Anno Zero di Santoro, che Fini accusa di essere stata indecente e addirittura di rappresentare "l'unica cosa stonata in questa tragedia". Cosa abbia visto Fini in Tv nei giorni precedenti alla trasmissione di Santoro  non è dato saperlo ma certo si è perso la galleria degli orrori e il cinismo messo in scena dalla tv pubblica e privata su questa vicenda. Episodi degni del Marchese de Sade.

TG1: dopo la messa in onda dei servizi sul disastro, sui morti, sui feriti, sugli sfollati, il telegiornale del primo canale non trova di meglio da fare che autocelebrarsi per la vittoria negli ascolti. Diletta Petroni legge in diretta il bollettino Auditel con i dati su share e audience per ogni edizione del notiziario dedicata al terremoto con tanti di complimenti, da parte del CDA Rai, al direttore Riotta.

L'inviato da Onna a pochi metri da alcuni sopravvissuti strepita al telefono con la redazione esultando:"Abbiamo fatto delle immagini bellissime, la ruspa che buttava giù una casa e il proprietario che piangeva con le macerie dietro. Bellissima».

Porta a Porta: Bruno Vespa indossa la faccia afflitta delle occasioni luttuose ma, appena sa che stanno per tirare fuori qualcuno dalle macerie, ordina immediatamente alla propria inviata di andare a riprendere tutto. E si fa anche immortalare mentre, rovistando in giacca e cravatta fra le macerie, trova un peluche.

Matrix: Il buon Alessio Vinci invita le perosne a mandargli i video sul terremoto che lui trasmetterà in trasmissione (ammiccante come un annuncio erotico l'ultima parte dell'invito lanciato da sito ufficiale del programma: se vuoi inviarci il tuo video e la tua testimonianza CLICCA QUI e vedrai i tuoi filmati in onda stasera a Matrix).

L'inviata della trasmissione va a bussare nottetempo alla portiere delle auto dei poveri sfollati che tentano di dormire puntadogli addosso un riflettore nemmeno fossero pericolosi ricercati e addirittura trattiene il comandante dei vigili del fuoco che tenta disperatamente di liberarsi dall'intervista per andare a fare il suo lavoro.

Mentre un suo collega va dagli sfollati a fargli la domanda del secolo: preferite restare in tenda o andare in albergo?

La vita in diretta: Lamberto Sposini dice al comandante dei vigili di sbrigarsi a rispondere alle domande perchè deve mandare la pubblicità.

Studio Aperto: Il giornalista si avventa su una Signora anziana appena tirata fuori dalle macerie della sua casa, dopo 30 ore e adagiata sulla barella dei vigili del fuoco,  chiedendole se è contenta

Radio Maria: il direttore Don Livio Faganza vede nel terremoto una cosa positiva perchè ha permesso agli Abruzzesi di partecipare al mistero della Passione e della Resurrezione di Cristo

TG5: Claudio Brachino si preoccupa di domandare al suo inviato se uno straniero appena salvato sia un clandestino.

Spero di aver reso un buon servizio all' Onorevole Fini informandolo che, casomai, Anno Zero non è stata l'unica nota stonata sul terremoto ma l'ultima di una lugubre sinfonia.

 

TAG:  FINI  ANNO ZERO  TERREMOTO  TG1  TG2  BRACHINO  ALESSIO VINCI  DILETTA PETRONI  RADIO MARIA  MATRIX  STUDIO APERTO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork