.
contributo inviato da delega il 10 aprile 2009

Noi, povera gente, non abbiamo mai dimenticato i nostri connazionali che soffrono. Noi non abiamo mai dimenticato chi, nel mondo,  soffre; lo abbiamo dimostrato con collette in denaro, raccolte di materiali, iniziative di volontariato. é stato così per chi soffre in Africa, per chi soffre per mali incurabili rari o comuni, per chi soffre perchè vittima di incidenti ,spesso evitabili, sul lavoro, per chi soffre, infine, per le calamita' naturali o provocate, dal terremoto di messina del 1908 ad oggi, in abruzzo. Noi, povera gente, ci siamo sempre stati con la nostra solidarietà, con l' angoscia,ed il dolore condivisi. Piangiamo in maniera pudica i " nostri" morti e diamo una mano, come possiamo e come ci sentiamo di fare. Lo stato è quasi sempre mancato! prima, per i controlli e la prevenzione che non c'è stata; durante per i soccorsi che hanno tardato ( questa volta, forse un pò meno, ma non tutto è andato bene); dopo perchè superata la prima emergenza e le elezioni, sono tornate a prevalere le vecchie logiche, i vecchi vizi, il sostanziale menefreghismo. Berlusconi ha detto, lacrimando visibilmente, che metterà a disposizione alcune delle sue ville: speriamo che lo faccia; da lui non possiamo aspetttarci quel tanto di più che dovrebbe fare se fosse una persona seria, per la carica che indegnamente ricopre; sarebbe, comunque già molto, ma sono scettico in proposito!!

TAG:  DOLORE  DOLORE  DOLORE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
7 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork