.
contributo inviato da qualcosadiriformista il 9 aprile 2009
Qualche giorno fa i media hanno dato risalto all'iniziativa del blogger Matt Muro che ha fotografato i volti indifferenti dei viaggiatori della metropolitana di NY che, pur vedendolo in piedi e con le stampelle, non cedevano il proprio posto (http://www.peoplewhositinthedisabilityseatswhenimstandingonmycrutches.com). Provi a vedere il bicchiere mezzo pieno e ti dici: almeno in Europa siamo più civili! Niente di più falso.

Salito in metro A (ore 8,30) con il bimbo di 13 mesi in braccio (impossibile portarsi il passeggino visto che, come gran parte delle stazioni dellametro, la stazione di Giulio Agricola non è attrezzata e che anche le stazioni attrezzate obbligano chi ha passeggini o stampelle a fare comunque un pezzo di scale a piedi!!!) si è visto fregare gli ultimi due posti liberi da due signori che fino ad un attimo prima facevano smorfie e sorrisini al pargolo. Una trentina di persone (in piedi c'era solo un'altra persona!) sedute si sono comportate esattamente come a New York: sguardi sul giornale, volti sul telefonino, occhi socchiusi. Con un imbarazzo accresciuto dal fatto che nel frattempo il bimbo lanciava saluti urlati a destra e manca (beata innocenza!).

Peccato non aver potuto videofilmare la scena (tenendo 12 chili in braccio era un pò difficile), certo è che l'imbecillità è già globalizzata.
TAG:  ROMA  INDIFFERENZA 

diffondi 

commenti a questo articolo 4
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
7 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork