.
contributo inviato da fiordistella il 8 aprile 2009

Abruzzo, sciacalli da tutta Italia

Denuncia della Protezione civile:
«Furti nelle case abbandonate».
E ci sarebbero anche i falsi sfollati

L'AQUILA
Numerosi furti nelle abitazioni abbandonate sono stati segnalati alla periferia de L’Aquila. La notizia è stata resa nota dalla Protezione Civile locale che parla di "sciacalli provenienti da diverse parti d’Italia". Il pattugliamento notturno, da parte delle Forze dell’Ordine (Guardia di Finanza, Polizia, Carabinieri, Forestale e Vigili Urbani) era stato limitato alla parte centrale della città dove sono ubicati numerosi istituti di credito, gioiellerie e negozi di vario tipo. Al centro della città, inoltre, c’è anche la sede della sezione abruzzese della Banca d’Italia che è stata permanentemente pattugliata.

Ma gli sciacalli non sono in azione solo sul territorio abruzzese. Da ieri infatti sono apparsi sul web falsi allarmi con telefonate ed sms e inesistenti raccolte di fondi spacciate per vere. Su Facebook Marco Pellegatti, finto nipote del giornalista Mediaset, Carlo Pellegatti, sul suo profilo ha cercato di raccogliere fondi per un’iniziativa benefica che sostiene essere stata organizzata insieme dal Milan e da Mediaset.

E ci sono anche i falsi sfollati, per lo più nomadi, che nelle ultime ore hanno cercato di usufruire dell’accoglienza gratuita nelle strutture ricettive della costa adriatica abruzzese. Ci hanno provati in molti, a dormire "a sbafo". Tanto che i Carabinieri del Comando provinciale di Pescara, insieme agli albergatori, invitano i cittadini che hanno bisogno di essere accolti negli hotel della costa a mettersi in contatto e raccordarsi con le sale operative della Protezione Civile di Pescara e dell’Aquila. Il comandante provinciale, Giovanni Esposito Alaia, ha riferito infatti che alcune persone, per lo più nomadi, hanno cercato nelle ultime ore di mescolarsi agli sfollati. Per evitare questi "curiosi" atti di sciacallaggio i carabinieri stanno controllando all’interno di alcuni hotel le persone che man mano arrivano.

 www. La Stampa.it
TAG:  PENA DI MORTE  SCIACALLI 
Leggi questo post nel blog dell'autore avocado
http://avocado.ilcannocchiale.it/post/2216286.html


diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di rebyjaco inviato il 8 aprile 2009
E' il sottobosco che si muove. La sottospecie umana che non avendo ne dignità ne morale, da sfogo ai propri istinti per rimediare a delle necessità primitive. E' l'esibizione più eclatante, dell'impotenza di una Giustizia limitata nel Suo agire e più ancora nel Suo Punire. Per ognuno di questi mascalzoni , c'è una "frotta" di avvocati pronta a farli liberare in nome della Giustizia di cui LORO si fanno Beffa. Deridono la Giustizia che Loro o i Loro Pari in Parlamento, hanno reso impotente di agire. Non c'è capo, e non c'è coda, siamo sottoposti all'aggressione costante, e siamo impotenti. Povero colui il quale cade nelle reti di ""questa Giustizia"" Parole di un famoso legale.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
15 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork