.
contributo inviato da loriscosta il 7 aprile 2009



di Luigi Pagani

Come risulta dalla fonte che riporto in fondo, persino chi polemizza riconosce che una più tempestiva rete di rilevazione dei terremoti è possibile, ma richiederebbe tanti soldi: spostiamoli subito dal progetto del Ponte sullo Stretto, opera inutile e pericolosa: ha l'unico scopo di fungere da monumento al megalomane nazionale ed è nella zona rossa del rischio sismico.
Nel frattempo una parte dei fondi potrebbero essere utilizzati per la ricostruzione in Abruzzo...


Ansa - 2009-04-06 18:23

INGV: previsioni con radon non pronte?
Prevedere i terremoti basandosi sull'analisi del radon è una possibilità allo studio dell' Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), "ma questo strumento di previsione non è ancora pronto". Federica Quattrocchi, responsabile dell'Unità funzionale di geochimica dei fluidi stoccaggio geologico e geotermia dell'Ingv, lavora da quasi vent'anni sui segnali che annunciano i terremoti. "Ho promosso questa ricerca in Italia nel 1990, ma spesso - rileva - il nostro lavoro è stato affossato proprio da persone come Giuliani, che si muovevano ai margini della comunità scientifica e si rivolgevano direttamente ai sindaci lanciando allarmi per far evacuare i Comuni". Del sistema di previsione proposto da Gioacchino Giampaolo Giuliani, il collaboratore tecnico dell'Istituto Nazionale di Astrofisica che sostiene di avere previsto il terremoto, Quattrocchi dice: "non contesto la sua ricerca, ma il metodo: si muove a margine della comunità scientifica e sostiene che le previsioni siano deterministiche". La verità, prosegue, "é che questo sistema di previsione non è ancora pronto e attualmente non è in grado di fare previsioni esatte, ossia di stabilire la data e il luogo esatto in cui avverrà un terremoto". Per avere dati affidabili è necessaria una rete nazionale di rivelatori di radon, con una decina di strumenti per regione e dal costo complessivo di circa un milione di euro. In pratica, se la rete venisse finanziata ora, i primi risultati potrebbero arrivare dopo il 2050".

TAG:  INGV  RADON  TERREMOTI  PONTE SULLO STETTO 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
loriscosta
Albese con Cassano
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
17 settembre 2008
attivita' nel PDnetwork