.
contributo inviato da LMarchesiniBlog il 30 marzo 2009
Ieri a Roma è iniziato il Social Summit del G8. Dove naturalmente il governo italiano, per bocca del ministro Sacconi, continua a dire cose diverse sulla crisi rispetto alle dichiarazioni dell'OCSE. Continua a fornire tisane invece di caffè, sostanza di cui il governo avrebbe bisogno per svegliarsi e cominciare a fare cose serie per la crisi.

Ma la cosa che più mi ha colpito, ascoltando la conferenza stampa di Sacconi è quando ha detto che mentre in altri paesi occidentali si parla di creare "green jobs" (incentivando attività legate all'ambiente e allo sviluppo sostenibile), lui ritiene che occorra soprattutto parlare della necessità di creare "white jobs" (lavori legati alla sanità, alla scuola).

Le due cose ovviamente non sono in contraddizione. Peccato che in Italia non si incentiva abbastanza la Green Economy e, lo stesso governo di cui fa parte Sacconi, taglia fondi enormi proprio alla scuola e alla sanità. Il contrario della Germania e degli USA.

Una bella faccia tosta quella di Sacconi!


TAG:  SACCONI  WHITE JOBS  GREEN JOBS  SOSTENIBILITÀ  SOCIAL SUMMIT  G8  ROMA  OCSE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
LMarchesiniBlog
Anzola dell'Emilia
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork