.
contributo inviato da Araguaney il 21 marzo 2009
Grande...anzi grandissimo iol nostro segretario Dario..........è esatto quello che dici.."il governicchio " del Berlusca..utilizza a piene mani le "armi di distrazione di massa" per defocalizzare l'attenzione del paese..verso i veri problemi della nazione...il cavaliere pensa solo ai suoi sondaggi..tutti naturalmente pilotati ad arte...ed a quello che pensano di lui all'estero..MA PER FAVORE!!....le fila dei cassa integrati e di licenziati crescono a dismisura...e cosa fa il "governicchio"....pensa ai sondaggi ..!!..BRAVI!!.....
TAG:  SCUOLA  BRUNETTA  PROTESTE  SCIOPERI  ONDA  STUDENTI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di cristinasemino inviato il 23 marzo 2009
Sono d'accordo con rebyjaco, tramme per la soluzione finale che propone: se i giovani sono nuovi, ma incapaci, andiamo poco lontano, secondo me. Devono anche essere capaci: e allora il problema è chiederci se ne abbiamo. Non ne sono convinta! Renzi, per esempio, intervistato da Vespa, mi è sembrato incerto e impreparato, non basta la sua giovinezza, ci vuole ben altro. Dobbiamo costruirli dei giovani preparati, e quindi, in tal senso, le scuole di formazione del PD, nate in questi ultimi tempi, potrebbero anche andare bene....il problema è il tempo. Si che un pò ne abbiamo ancora, se l'Italia che lavora non affonda prima sotto le picconate della destra!
commento di amphioxus inviato il 23 marzo 2009
www.dariofranceschini.it
commento di drim inviato il 23 marzo 2009
tutto inutile, possimo diventare buoni come san francesco, innovatori come obama, rivoluzionari come che guevara, ma tutto sarà ridicolizzato dall'impero mediatico di berlusconi.

Saddam annientava gli oppositori con il gas e le pallottole....dobbiamo ritenerci fortunati che noi simo annientati da emilio fede, strisci, e buona domenica.

mettiamoci il Quore in pace e smettiamo di cercare il pelo nell'uovo.....alla fine facendo cosi si va a far la fine dei rifondaroli e mr Cashmere bertinotti.

Ma a lui nn gli da un posto a strasburgo come ha fatto con Mastella ?
commento di ramsete inviato il 22 marzo 2009
C'è una sottile disperazione che ti prende quando parli con gente anche di cultura elevata e che parteggia fideisticamente per Berluconi. Purtroppo mi sa che metà degli Italiani sono favorevoli a un sistema semi dittatoriale. Forse è colpa nostra (cioè della sinistra) che abbiamo dato l'idea di non riuscire a concepire un governo che governi. La visione di un Turigliatto qualsiasi che poteva far cadere da solo il governo o il costante ricatto di chi rappresentava un piccola frazione dell'elettorato sono stati fattori mortali per la credibilità della sinistra.
Detto questo mi sembra che Dario Franceschini sia sulla strada giusta per riassemblare coloro che credono in certi valori etici in contrapposizione ad una destra sempre più berlusconizzata. Comincia ad usare i media in modo intelligente. Non capisco perchè la sinistra sia così spocchiosa da non aver capito che occorre una specifica professionalità nell'uso dei messaggi per contrapporsi ad una forza come il gruppo di Berlusconi. Sarà un caso, ma in Sardegna Soru ha rotto con uno dei migliori pubblicitari italiani che l'aveva sostenuto nelle precedenti elezioni(Gavino Sanna) che ha addirittura lavorato per l'opposizione nelle ultime elezioni. Sono errori imperdonabili. Il recupero di voti nasce anche da messaggi semplici e chiari (non a caso la maggior parte delle casalinghe vota Forza Italia). Forza Dario comincia a lavorare in questa direzione!!! In bocca al lupo. R.
commento di seamusbl inviato il 22 marzo 2009
Adesso Dario ha il copyright dele armi di distrazione di massa


"guardtamo ilGRANDE BERLINGUER,non ha
mai fatto parte di un governo ma è riuscito a cambiare l' Italia colnvolgendo la classe operaia.Mi direte che non esiste più è vero ma ci sono i nuovi poveri"

Guarda e guarda, ma gestire il PCI era la DC, e secondo Moro i due partiti si sarebbero dovuti avvicinare (le convergenze parallele) o fondere, infatti venne ucciso dalle "supposte" BR.

E redditi erano saliti di parecchio e gli operai se lo sentivano in tasca, ora vanno indietro, e gli operai votano chi ritengono possa frenare la caduta.
commento di compagno49 inviato il 21 marzo 2009
Il problema vero è proprio che anche i cassaintegrati votano berlusconi.perciò
non dobbiamo giocare di rimessa ma cercare di fare fronte comune con tutte le forze di sinistra con l' obbiettivo di fare emergere le contraddizioni al loro interno.mettiamo da parte il sogno di governare in questo momento la gente vuole la destra,questo non vuole dire arrendersi guardtamo ilGRANDE BERLINGUER,non ha
mai fatto parte di un governo ma è riuscito a cambiare l' Italia colnvolgendo la classe operaia.Mi direte che non esiste più è vero ma ci sono i nuovi poveri
gli emarginati solo che nessuno li ascolta,infatti si sentono traditi e non votano e chi non vota non interessa a nessuno
commento di rebyjaco inviato il 21 marzo 2009
Ecco l'errore che si ripete ricorrentemente, sottovalutare il Governo Berlusconi, chiamarlo Governicchio è una scicchezza, innocente, ma una sciocchezza. E' il governo più legittimato degli ultimi vent'anni, Governa come "" ci si aspettava che Governasse, (come piace a LORO, NO come piacerebbe a NOI). Sta prendendo delle decisioni e facendo delle scelte (come piacciono a LORO e NO come piacerebbero a NOI. Se avesse agito come sostengono i ""nostri dirigenti "" saremmo quì a criticarne l'operato e a proporre di fare quello che stà facendo e che sosteniamo essere negativo. Questo si chiama POLITICA. Però, ci coinvolgono con le loro polemiche, ci coinvolgono ostruendosi a vicenda e impedendo che il Paese esca dal pantano (sarebbe meglio chiamarla Palude). Non mi piaciono i NOSTRI dirigenti, sono GLI STESSI che ci hanno portato a questo disastro politico, da "" sempre "" non ci rappresentano più, non fanno più gli interessi della popolazione. Oggi Bassolino e Cia., sono in piazza a Napoli, domanda: Ma non dovevano essere a Poggioreale?. Critichiamo pure Berlusconi, strappiamoci le vesti,inveiamo contro Brunetta e le Veline di Stato che diventano ""Ministre"" per meriti ESOTICI, facciamoci le s.. col cervello, quando poi abbiamo finito di straparlare, CHIEDIAMO AI NOSTRI DIRIGENTI di rinnovare LA DIRIGENZA, con INCAPACI (magari) ma nuovi.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 giugno 2008
attivita' nel PDnetwork