.
contributo inviato da Patadolla il 3 marzo 2009




Ricevo e volentieri pubblico:


Appello parlamentari del Pd per l'election day
e il Sì del partito ai referendum elettorali


1. Non esiste alcuna ragione per la quale in un contesto di grave crisi economica e sociale si debbano spendere 400 milioni di euro non inserendo i referendum nell'election day. I cittadini che vogliono evitare di contribuire al quorum possono non ritirare la scheda e, in ogni caso, niente è pregiudicato nel risultato rispetto ad un chiaro confronto tra Sì e No, che dovrebbe essere obiettivo condiviso.

2. Per il profilo del Partito democratico è importante il sostegno al Sì giacché, in caso contrario, la legge elettorale vigente risulterà pressoché immodificabile. Inoltre l'abrogazione delle candidature multiple va verso il collegio uninominale maggioritario, proposta storica del Pd.

I promotori

Stefano Ceccanti, Enrico Gasbarra, Giovanna Melandri, Enrico Morando

Firmatari

Marilena Adamo, Mauro Agostini, Mario Barbi, Mariangela Bastico, Gianluca Benamati, Giuseppe Berretta, Enzo Bianco, Costantino Boffa, Luisa Bossa, Sandro Brandolini, Felice Casson, Marco Causi, Franco Ceccuzzi, Franca Chiaromonte, Anna Paola Concia, Roberto Della Seta, Luigi De Sena, Olga D'Antona, Maurizio Fistarol, Paolo Fontanelli, Mariapia Garavaglia, Laura Garavini, Roberto Giachetti, Pietro Ichino, Maria Fortuna Incostante, Antonino La Forgia, Franco Laratta, Massimo Livi Bacci, Alberto Losacco, Giuseppe Lumia, Raffaella Mariani, Mauro Maria Marino, Alberto Maritati, Donatella Mattesini, Adriano Musi, Magda Negri, Arturo Parisi, Caterina Pes, Salvatore Piccolo, Luciano Pizzetti, Fabio Porta, Antonino Randazzo, Ermete Realacci, Pier Fausto Recchia, Giulio Santagata, Andrea Sarubbi, Achille Serra, Federico Testa, Salvatore Tomaselli, Giorgio Tonini, Vincenzo Vita, Walter Vitali, Sandra Zampa

TAG:  CECCANTI  MELANDRI  PARISI  PD 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
6 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork