.
contributo inviato da claudi01 il 3 marzo 2009
 
<P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm"><U>Politica del governo Berlusconi.</U></P>
<P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Una delle misure contro la crisi economica del Gov. B. è quella della sottoscrizione, da parte del Tesoro,delle obbligazioni emesse dalle banche al fine di rafforzare il loro capitale di vigilanza( le banche interessate sono Unicredit, Intesa, Monte dei Paschi e Banco Popolare), cd. Tremonti bond. Secondo il responsabile dell'economia, “i bond servono alle piccole e medie imprese che avranno più credito per affrontare la crisi”.</P>
<P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Ma i lavoratori che perdono il posto di lavoro come affrontano la crisi? Possibile che per loro non si trovano misure per sostenerli in momenti così difficili e per le banche invece si trovano gli aiuti?</P>
<P style="MARGIN-BOTTOM: 0cm">Questa macroscopica disparità come può essere giustificata dal Governo B.? Aiutare i lavoratori che perdono il lavoro è demagogico, aiutare le banche no?? </P>
TAG:  LAVORO  ASSEGNO AI DISOCCUPATI  SUD  SICUREZZA  RONDE  BANCA DEL SUD  ECONOMIA  PRECARIATO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di NIK77pd inviato il 15 ottobre 2009
Buona sera, io ho percepito tutta la disoccupazione ordinaria. Nel periodo in cui percepivo l'assegno non ho trovato lavoro, perche' ho svolto un corso del FONDO SOCIALE EUROPEO, dove ho ottenuto una qualifica regionale. Essendo un lavoratore precario cioe' del tipo: assunto tramite agenzia interinale, con contratto a termine, non ho ammortizzatori sociali, non posso nemmeno entrare nelle liste di mobilita',oppure svolgere mansioni come LSU. In pratica dopo il termine del sussidio...o trovo lavoro o finisci per rimanere a casa...a bocca asciutta, le aziende non assumono (almeno fino al gennaio 2010), io credo che piu' che l'assegno servano leggi che tutelino i precari, cioe' quei lavoratori che non sono assunti con c.c.n.l, sarebbe il minimo, VISTO CHE COMUNQUE ANCHE COME LAVORATORE PRECARIO ho sempre versato i miei contributi!

Presto questo sistema rischia di scoppiare, se non viene effetuata una politica di equilibrio, faremmo la fine dei paesi extra_comunitari, dove ci sara' il super_ricco e IL POVERO CHE FINISCE RELEGATO NELLE FAVELAS, LA DEMOCRAZIA E' IN PERICOLO, QUESTO COMPORTERA' UN'AUMENTO DI CRIMINALITA'ORGANIZZATA, LE LOBBY INDUSTRIALI E LE MULTINAZIONALI SI AFFIDERANNO ESCLUSIVAMENTE AD UN LEADER CHE POSSA APRIRE TUTTE LE PORTE PER I LORO SPORCHI AFFARI,QUELLO CHE SUCCEDE ADESSO, DICIAMO...ABBIAMO GIA' AVUTO UNA DITTATURA...CHI CI DICE CHE PRESTO CE NE SARA'UN'ALTRA BEN PEGGIORE?, MI RIVOLGO A VOI DELL'OPPOSIZIONE, NON DORMITE NELLA BAMBAGIA, AVETE LA PENSIONE ASSICURATA, E GODETE DI MOLTI PRIVILEGI, MA...NON SCHERZEREI CON UN POPOLO RIDOTTO ALLA FAME, QUANDO LE COSE ESPLODERANNO (SPERO CHE NON SUCCEDA MAI)! SARA' TROPPO TARDI...PER TUTTI NOI!


GRAZIE E DISTINTI SALUTI!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
19 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork