.
contributo inviato da valeriopieroni il 23 febbraio 2009
Di certo, come ho dichiarato nel precedente post, avrei preferito di gran lunga le primarie, anche per una questione di trasparenza con i nostri elettori. Invece il PD ha preferito non rischiare.

Ha fatto bene? ha fatto male? non lo sò. Dico soltanto che è solo rischiando che si vincono le sfide, come la vittoria di Renzi a Firenze ha dimostrato a tutti. Poi le primarie sarebbero state di sicuro quell’occasione per galvanizzare di nuovo i nostri militanti e per dare a tutto il partito quella nuova ventata di freschezza che da troppi mesi ormai manca. Non trovate?

Però vi dico anche che il discorso di insediamento del nuovo segretario mi è piaciuto. E’ stato molto chiaro e convincente. Soprattutto per la sua volontà nello sciogliere alcune annose questioni sui temi etici e sulla collocazione internazionale del PD, che da troppo tempo stavano dilaniando la discussione politica interna. Pare anche che vorrà rilanciare l'idea di un partito strutturato e radicato sul territorio. Quindi, addio partito liquido?

Comunque occorrerà anche il contributo di tutti noi affinché il Pd esprima di nuovo nella vita politica italiana il ruolo che gli spetta. Le forze e le energie non ci mancano.

Basta saperle sfruttare.
TAG:  PD  FRANCESCHINI  RIPARTIRE 

diffondi 

commenti a questo articolo 3
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
5 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork