.
contributo inviato da loriscosta il 21 febbraio 2009
Mentre Rutelli propone che sul testamento biologico siano i medici a dire l'ultima parola sull'alimentazione in stadio terminale, gli stessi medici, tramite il loro ordine, contestano fortemente i provvedimenti del Governo.

Il ddl sicurezza non dovrebbe essere applicato secondo l'ordine. Il medico ha compiti sanitari, non di ordine pubblico.

Appunto. Il potere, sulla salute è del medico. Siamo nelle loro mani.

(ANSA) - ROMA, 21 FEB - L'Ordine dei medici ha approvato all'unanimita' un documento di 'forte dissenso' per l'abolizione del divieto di denuncia dei clandestini. L'emendamento al Ddl Sicurezza abrogherebbe il divieto, per i medici, di denunciare alle autorita' gli irregolari che si rivolgono alle strutture sanitarie pubbliche. Il rischio e' quello di creare 'percorsi clandestini di cura, sottraendo al controllo della sanita' pubblica patologie diffusive emergenti che sono un grave pericolo per la societa'.
TAG:  DDL SICUREZZA  ORDINE DEI MEDICI  RUTELLI  TESTAMENTO BIOLOGICO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
loriscosta
Albese con Cassano
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
17 settembre 2008
attivita' nel PDnetwork