.
contributo inviato da Claudiod68 il 21 febbraio 2009
Dopo aver visto ciò che e successo con Veltroni, sono sempre più convinto che un partito nuovo non si può creare con i vecchi leader.
Bisogna aver il coraggio di rinnovare e rinnovare significa cacciare tutte le serpi che si annidano all'interno del partito in primis D'Alema e Rutelli.
Quelle che abbiamo subito non sono le sconfitte di Veltroni, ma le sconfitte di tutta la classe dirigente che è stata sconfessata dagli elettori.
Seguendo la filosofia che lo sconfitto si deve dimettere, Rutelli, dopo il disastro delle elezioni comunali di Roma, avrebbe dovuto lasciare la scena politica poichè era la seconda sconfitta che subiva.
Per D'Alema vale lo stesso discorso.
Il nuovo segretario deve essere un uomo nuovo, giovane e non inserito nella classe dirigente, un uomo eletto dalla base che forte del consenso si comporti di conseguenza.
Un uomo che abbia un programma, e che segua questo programma, chi non è daccordo ed è stato sconfitto deve seguire le sue indicazioni o andarsene poichè in democrazia vince la maggioranza e il vincitore prende tutto.
Spero che questa mattina non ci sia il solito papocchio all'italiana, sarebbe la sconfitta definitiva di un progetto in cui continuo a credere.
Claudio
TAG:  VELTRONI  NAPOLITANO  VILLARI  CONFRONTO  RISPETTO  FRANCESCHINI  DI PIETRO  LEOLUCA ORLANDO  SERGIO ZAVOLI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di compagno49 inviato il 24 febbraio 2009
ciao sono rino leggo con interesse i vari commenti noto che si da la colpa ai
problemi della sinistra alla classe dirigente,a mio avviso questo è uno dei problemi,il problema VERO non c'è sintonia all'interno del p.d.ci puo essere
il miglior leader del mondo ma quando si deve decidere sul testamento biologico
o'se seguire la c,g,i.l. a sostegno dei lavoratori siete cosi sicuri che
siamo tutti daccordo?
commento di FrancescoPa inviato il 21 febbraio 2009
Beh...l'intenzione è buona, ma utopistica.....Il potere è come la droga, una volta preso, dopo è difficile separarsene.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
21 febbraio 2009
attivita' nel PDnetwork