.
contributo inviato da slasch16 il 21 febbraio 2009
Hanno ragione in vaticano, dopo aver messo i mutandoni all'edera si devono sorbire la pornostar, nemmeno tanto bella tra l'altro.
Per i piu' giovani che non ricordano l' Edera era una canzone che faceva cosi':
son qui, tra le tue braccia ancor, avvinta come l'edera...
Era una canzone futurista  e come sempre, quando anticipi i tempi, arriva la censura.
E' una canzone attuale, che non e' stata compresa dai bacchettoni degli anni 50, potrebbe essere la sigla o la colonna sonora del grande fratello.
Ma va tutto bene, e' giusto cosi'. Negli anni 70 le tv private trasmettevano i porno ed i ragazzini si facevano una cultura, anche li' e' arrivata la censura e sono stati proibiti.
Sulle prime si pensava che volessero salvaguardare, vaticanamente, i giovani poi si e' capito che volevano dare l'esclusiva del porno a mediaset.
I palinsesti di mediaset, tg compresi, sono scandalosi. La rai come al solito e' in ritardo ma copiando mediaset ci e' arrivata anche lei.
Abbiamo una televisione hard e, per dirla alla vaticana, e' semplicemente orrenda, ma lo vuole la gente, come vuole il regime e questa e' la democrazia.
Quando ho visto il servizio su rai news 24, sulle prime, ho pensato che fosse una velina ed invece era , è', una pornostar. Non avevo colto le differenze, le sfumature. E' la vecchiaia.
TAG:  MUSICA  COSTUME  SOCIETA' 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
25 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork