.
contributo inviato da vraffag il 18 febbraio 2009
Veltroni si è dimesso. Ci dispiace, pareva sincero nel suo tentativo di guidare la sinistra italiana fino al mondo nuovo, Non ci è riuscito però. Ora non si sa chi si presenterà per farla rinascere e tantomeno si sa se lo potrà fare o se invece sarà come sempre ucciso nella culla o poco più in la. A me piacerebbe che si presentasse qualcuno che, identificati i problemi, non è difficile basta chiedere un po in giro con passione, facendosi aiutare dalle tante persone appassionate oneste e capaci che ancora vivono in Italia, provasse a sintetizzare delle risposte informate da concetti di sinistra senza curarsi troppo di inseguire tutto quello che dice l'apparato al quale in fondo spesso interessa solo garantirsi lo stipendio, lauto! Qualche pezzo si deve pur perderlo per la strada, non si può essere il partito dove tutti hanno ragione. Partito non ha radice nella parola parte? Gli estremi li abbiamo tagliati perchè erano inconcludenti e fuori dal mondo, forse ora dobbiamo scegliere di e come dedicarci a quel mondo.

TAG:  VELTRONI  NAPOLITANO  VILLARI  CONFRONTO  RISPETTO  FRANCESCHINI  DI PIETRO  LEOLUCA ORLANDO  SERGIO ZAVOLI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
18 febbraio 2009
attivita' nel PDnetwork