.
contributo inviato da team_realacci il 18 febbraio 2009
Napoli 17 febbraio 2009. I primi rifiuti sono arrivati nella discarica di Chiaiano, a Napoli, durante la notte tra il 16 e il 17 febbraio, dopo la firma dell'ordinanza di Guido Bertolaso. Se per il governo questa sarebbe la soluzione alla gravissima emergenza spazzatura che ha investito per mesi la Campania, cittadini e comitati civici la pensano diversamente. Il quartiere si sente sconfitto e insieme ai camion della spazzatura sono tornate le proteste. Appoggiate dallo stesso sindaco di Marano, Salvatore Perrotta, che con delibera di giunta ha proclamato il lutto cittadino, diffidando tutti a sospendere gli sversamenti.
Allestita dagli uomini della Protezione Civile in meno di sei mesi, la discarica di Chiaiano ha una capienza complessiva di circa 700 mila metri cubi, divisi in due vasche principali, e nella prima fase di apertura accoglierà non più di 200 tonnellate di rifiuti al giorno. Oggetto di polemiche e proteste da mesi, questa discarica viene contestata, tra l'altro, perché si trova nel cuore di un parco urbano su cui affacciano gli ospedali della città. Come se non bastasse il territorio interessato dalla discarica è attraversato da una falda acquifera.

Fonte: Ansa, lanuovaecologia
TAG:  DISCARICA  CHIAIANO  MARANO  PERROTTA  BERTOLASO  PROTEZIONE CIVILE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork