.
contributo inviato da pamafra il 16 febbraio 2009
Qualcuno del PD può ricordare a questi imbecilli che ci governano che l'equazione irregolare=stupratore non è credibile?
Che la sicurezza a Roma non esisterà finché i vigili saranno imbucati negli uffici invece di presidiare il territorio?
Che la certezza della pena è fondamentale, non le leggi "speciali"?
E soprattutto che lo stupro è legato anche ad una visione della realtà distorta, per cui sempre di più le donne sono considerate cose, da usare e gettare, e questo vale per gli italiani così come per gli stranieri, che vedono certa nostra televisione e si fanno una bella idea delle donne (se il sogno delle nostre adolescenti è di far finta di ballare in mutande di fronte a uomini perfettamente vestiti...)
TAG:  VELTRONI  NAPOLITANO  VILLARI  CONFRONTO  RISPETTO  FRANCESCHINI  DI PIETRO  LEOLUCA ORLANDO  SERGIO ZAVOLI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di FrancescoPa inviato il 16 febbraio 2009
In guerra se viene commesso uno stupro, è quasi lecito, eppure è una grave forma di crimine, figuriamoci in tempi di pace. Credo che per bloccare, questa insolenta emulazione da parte dei ragazzi, si debbano usare severe punizioni. Meglio punire una sola volta e bene, che punire centomila volte male.......Comunque concludendo, la colpa è sempre della televisione.
commento di silbi inviato il 16 febbraio 2009
Sono d'accordo. Per gente che viene da paesi in cui si trattano le donne come accedeva da noi in Sicilia all'inizio del secolo scorso, una normale adolescente di oggi deve apparire una provocatoria poco di buono! Questo NON GIUSTIFICA ASSOLUTAMENTE ciò che accade, solo mi fa pensare che la strada per l'integrazione è davvero lunga e qui si fa pochissimo (per non dire nulla) per percorrerla!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
13 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork