.
contributo inviato da luigibeccia il 27 gennaio 2009


Il Consiglio Regionale Abruzzese si è riunito oggi per la prima volta e subito partono polemiche. Il Consigliere Costantini, forse per inerzia, pensa ancora di essere in campagna elettorale e, con questa convinzione, pensa ancora di dover fare ciò che ha fatto per tutta la campagna elettorale: ovvero mirare a prender voti al Pd piuttosto che alla coalizione di centro destra.
Il Consigliere Costantini, infatti, ha subito messo su una polemica sul fatto che, grazie anche ai voti del Pd, il rappresentante dell'opposizione nell'ufficio di Presidenza sia andato all'UDC. "250mila elettori ingannati" tuona Costantini. "Da che pulpito arriva la predica!" risponderei io. La predica arriva da quel pulpito dipietrista che il giorno dopo le elezioni politiche dell'Aprile 2008 venne meno al patto elettorale del gruppo unico con il Pd. In quell'occasione 13.686.501 elettori votarono la coalizione guidata da Walter Veltroni e 1.593.532 votarono Idv sapendo che in Parlamento avrebbe costituito un gruppo unico con i democratici. Bene, Consigliere Costantini, quelli sono elettori ingannati di Serie B?
E allora smettiamola di fare i moralisti e i puristi della politica. E soprattutto, Consigliere Costantini, dopo la scelta (che le fa onore) di esser membro del Consiglio Regionale e non della Camera dei Deputati, cominci a fare il capo dell'opposizione avendo rispetto dei suoi alleati. Avendo rispetto non per il gruppo dirigente del Pd (che non è certo esente da critiche) ma per coloro che l'hanno votato e per coloro di quel partito che "si sono fatti il mazzo" durante la campagna elettorale per la sua elezione a Governatore. La smetta di trattare il Partito Democratico abruzzese come se fosse costituito di soli delinquenti perchè sa bene che così non è.
Fare il capo di una coalizione è ben diverso da ciò che ha fatto lei in campagna elettorale. In fin dei conti, poi, il Partito Democratico è ancora il Partito più grande dell'opposizione. Non so quali siano state le motivazioni che hanno portato i Consiglieri regionali del Pd a votare il membro Udc però comunque li ringrazio per essere finalmente usciti dallo stato di subalternità verso l'Italia dei Valori di cui il nostro zoppo Segretario Nazionale non si riesce ancora a liberare.
TAG:  COSTANTINI  VELTRONI  CONSIGLIO REGIONALE   

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork