.
contributo inviato da antoniocaivano il 27 gennaio 2009
Antonio CAIVANO
Gruppo: “Società Civile …” PSDI
Consiglio Provinciale di Potenza

 

Si accapigliano per poco!

Neanche approvato al Senato un emendamento che consentirà, forse, di ridurre il costo dei carburanti per i Lucani e Onorevoli di destra e sinistra si accapigliano per la paternità. Il fatto semplice è che è stato approvato un emendamento proposto da Bubbico PD primo firmatario e sottoscritto anche da altri Senatori Lucani PDL. Diffusasi la Notizia è scoppiata la “guerra” di comunicati: ognuno attribuisce a se il merito, quelli che sono in Parlamento e quelli che non lo sono. Lo spettacolo è divertente ma non è certo edificante vedere tanti adulti accapigliarsi così e per una cosa, tutto sommato, piccola piccola e della quale i Lucani si accorgeranno appena. Ragioniamo, dunque,della riduzione del prezzo della benzina per i lucani e vediamo subito alcune domande di non poco conto. La riduzione del prezzo della benzina deve essere data ai residenti e domiciliati o anche ai soli residenti domiciliati a Milano per lavoro? La riduzione in ipotesi ai residenti e domiciliati danneggerebbe due volte le stesse persone perché questi forzati dell’emigrazione hanno dovuto andare a cercare lavoro – magari – a Milano e malgrado l’essere lucani ancora residenti non avranno alcun beneficio dalla propria terra. Contemporaneamente tale riduzione danneggerebbe, in Basilicata, proprio le fasce più deboli della popolazione lucana anche tra i residenti e domiciliati. Non vedo in giro, infatti, molti vecchi pensionati al minimo con l’automobile e, dunque, proprio quelli più bisognosi rimarrebbero esclusi. E ancora la riduzione opererà sul rifornimento fatto alle pompe in Basilicata o dappertutto? Perché non è la stessa cosa. Rimane il fatto che ogni poco giova e, allora, certamente ringraziamo gli Onorevoli e Senatori Lucani – almeno quelli che hanno votato o voteranno a favore - per questo piccolo passo avanti ma è doveroso segnalare che siamo ben lontani dalle percentuali di Royalty che i Lucani devono vedersi riconoscere. Sinceramente il 7% di Royalty attuale o il 10% prossimo venturo sono un niente se confrontato con il 50% circa che viene riconosciuto agli altri paesi produttori. La battaglia, dunque, è appena agli inizi e bisogna che i cari Onorevoli e Senatori Lucani di ogni Lingua, Razza e Religione abbiano ben chiaro che l’obiettivo è di far riconoscere alla Basilicata la stessa percentuale di Royalty attribuita agli altri paesi. Insomma i Lucani non sono più sfessati dei Nigeriani.

TAG:  POLITICA  BERLUSCONI  NATO  AFGHANISTAN  CRESCITA  GEOPOLITICA  GUERRA  PD  DROGA  SOCIETÀ  ECONOMIA  STATO  UE  DI PIETRO  IRAN  TERRORISMO  PARTITO  DEMOCRATICO  INDIA  VELTRONI  IRAQ  GIOVANI  NIGERIA  ARMI  PARTECIPAZIONE  PAKISTAN  SVILUPPO  PUBBLICO  MAFIA  GLOBALIZZAZIONE  COREA DEL NORD  COESIONE SOCIALE  SOCIALE  BUBBICO  BENESSERE  WELFARE  CAMORRA  NUCLEARE  AIEA  IDEE  ORGANIZZAZIONE  AL QAIDA  RESPONSABILITÀ  IMPRESA  LIBIA  ENTI LOCALI  IMPRESE  'NDRANGHETA  AL QUAEDA  PD BASILICATA  PRIVATO  PENTAGONO  LATRONICO  NARCOTRAFFICO  PROLIFERAZIONE  TRAFFICI  SOSTENIBILITÀ  GIOVANIAMMINISTRATORI  NON PROFIT  SACRA CORONA UNITA  ENDURING FREEDOM  GIOVANIPD  CAMBIAMO L'ITALIA  VICECONTE  PD LUCANO  PDL LUCANO  PSDI BASILICATA  PSDI LUCANO  PSDI POTENZA  PDL BASILICATA  RIDUZIONE COSTO CARBURANTI PER I LUCANI  MERITO RIDUZIONE COSTO CARBURANTI PER I LUCANI  QUANTO POCO STIMANO I LUCANI    ILCANNOCCHIALE  VELTRONI  PD  PARTITODEMOCRATICO  PRIMARIE  PARTITO DEMOCRATICO  LANUOVASTAGIONE  WALTER VELTRONI  WALTERVELTRONI  PDMARSICA  DS  MARGHERITA  POLITICA  GIOVANIAMMINISTRATORI  GIOVANI  ENTI LOCALI    PARTECIPAZIONE  COESIONE SOCIALE  WELFARE  SVILUPPO  ECONOMIA  IMPRESE  SOSTENIBILITÀ  NON PROFIT  SOCIETÀ  STATO  PUBBLICO  PRIVATO  BENESSERE  CRESCITA  RESPONSABILITÀ  IMPRESA  ORGANIZZAZIONE  SOCIALE  PD  PARTITO  DEMOCRATICO  GEOPOLITICA  TERRORISMO  INDIA  PAKISTAN  IRAN  AL QUAEDA  AFGHANISTAN  DROGA  ARMI  PROLIFERAZIONE  NUCLEARE  GUERRA  MAFIA  CAMORRA  'NDRANGHETA  SACRA CORONA UNITA  AIEA  NATO  UE  PENTAGONO  ENDURING FREEDOM  IRAQ  AL QAIDA  GLOBALIZZAZIONE  COREA DEL NORD  TRAFFICI  NARCOTRAFFICO  NIGERIA  LIBIA  SINISTRA  POLITICA  ELEZIONI  SOCIALISMO  ARCOBALENO  SINISTRARCOBALENO  ESTERI  AMBIENTE  PACE  GUERRA  TERRITORIO  CAMBIAMO L'ITALIA  POLITICA  IDEE  POLITICA  BERLUSCONI  VELTRONI  DI PIETRO    GIOVANIPD 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
13 ottobre 2008
attivita' nel PDnetwork