.
contributo inviato da minapa il 13 gennaio 2009
E' di oggi la notizia pubblicata su il "Sole 24 Ore" di un crollo della popolarita' (e quindi del consenso elettorale) delle amministrazioni di centro sinistra in Abruzzo (comuni e provincie) e questo proprio in un momento in cui la compagine di governo comincia a presentare i primi veri scricchiolii  (vedi Lega e Letizia Moratti sulla situazione di Malpensa) per non dire l' inadeguatezza delle misure intraprese per far fronte alla crisi economica (social card per tutte...), per non parlare della vicenda Alitalia per la quale i giornali francesi "ci sfottono":
 "Grazie Silvio per il buon affare che hai fatto fare ad Air France alla faccia del contribuente italiano". Facciamo allora che l'occasione della conferenza programmatica nazionale sia un momento per "rimettere insieme" anche in Abruzzo un partito democratico più inclusivo, che sappia valorizzare tutte le esperienze amministrative (e non solo) che abbiamo conservato un immagine "positiva" nella percezione dell'elettorato e stiamo più attenti a non confermare l'immagine di un partito di cacicchi e di capi bastone. Per fare cio' credo che sia necessario 1) allargare quanto piu' possibile la partecipazione alle assemblee dei circoli e in quel contesto  "fare il tesseramento" 2) selezionare con regole certe e preventivamente definite la ricostruzione del gruppo dirigente provinciale e regionale che e' collettivamente uscito sconfitto dalle recenti elezioni e che ha subito i contraccolpi  di "immagine" dei recenti fatti che hanno riguardato personalita' di primo piano del PD abruzzese.
Ciao forse si può ancora fare. 
TAG:  ABRUZZO  CONFERENZA PROGRAMMATICA NAZIONALE  TESSERAMENTO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
7 maggio 2008
attivita' nel PDnetwork