.
contributo inviato da xpress il 9 gennaio 2009
Emergenza a Gaza. Il Gruppo socialista al Parlamento europeo ha condannato in due Dichiarazioni approvate la prima il sette, la seconda l'otto gennaio, le violenze che hanno sconvolto Gaza e il sud d'Israele e le conseguenze dell'uso sproporzionato della forza da parte dell'esercito israeliano, ha chiesto un cessate-il-fuoco immediato e il dispiegamento lungo i confini della Striscia di Gaza di una forza multinazionale che includa anche i paesi arabi e islamici.

Gli eurodeputati socialisti hanno poi chiesto la convocazione di una conferenza internazionale con la partecipazione di tutti gli attori regionali, sulla linea dei precedenti accordi tra israeliani e palestinesi e dell'iniziativa di pace della Lega
Araba, ribadendo che non può esistere alcuna soluzione militare al conflitto israelo
palestinese.

Dichiarazione di Gianni Pittella, presidente del Delegazione italiana nel Gruppo socialista e Pasqualina Napoletano, vicepresidente del Gruppo socialista - P.E.

"Facciamo notare - hanno sottolineato Gianni Pittella e Pasqualina Napoletano - che grazie alla neonata Unione per il Mediterraneo, l'Europa ha dimostrato di avere una chance in più per svolgere un ruolo decisivo nel delicato scacchiere mediorientale, come dimostra lo sforzo diplomatico dei presidenti francese ed egiziano, Sarkozy e Mubarak, copresidenti della nuova istituzione."

"Ma quello che è accaduto in questi giorni ha scosso le coscienze di tutti gli europei e una risposta forte - hanno detto ancora Pittella e Napoletano - non può venire solo dalle cancellerie. Per questo abbiamo deciso di promuovere tra l'opinione pubblica europea una campagna politica centrata sul forte appello per la pace in Medio Oriente".

PSE - Delegazione Italiana

PSE

I Diritti Umani prima di tutto

Il Parlamento vigila affinchè le questioni legate ai diritti umani siano al primo posto fra le preoccupazioni europee. Adotta iniziative specifiche per debellare la tortura, proteggere le minoranze, prevenire i conflitti, promuovere i diritti delle donne e dei bambini e tutelare chi milita in difesa dei diritti umani.

Assicurare il rispetto dei diritti umani negli accordi internazionali

Il Parlamento europeo può rifiutare di concedere il parere conforme - necessario alla conclusione di accordi importanti con i paesi terzi - qualora rilevi violazioni dei diritti umani e dei principi democratici. Esso esige, inoltre, il rispetto rigoroso delle clausole sui diritti umani, che sono sistematicamente inserite in questo genere di accordi e che, in casi estremi, ne prevedono l'annullamento.

Dalla Direzione Generale della Comunicazione del Parlamento Europeo.

PSE - Delegazione Italiana

GAZA: DAL PSE UN APPELLO PER LA FINE DELLE VIOLENZE

TAG:  PSE  DIRITTI UMANI  PARLAMENTO EUROPEO  MEDIO ORIENTE  GAZA 
Leggi questo post nel blog dell'autore XPRESS
http://XPRESS.ilcannocchiale.it/post/2138172.html


diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 settembre 2008
attivita' nel PDnetwork