.
contributo inviato da valeriopieroni il 9 gennaio 2009
Luciano Moggi (Omega)E’ di ieri la notizia che l'ex dg della Juventus Luciano Moggi è stato condannato a un anno e 6 mesi di reclusione. Un anno e due mesi invece al figlio Alessandro. Le accuse: violenza privata ai danni di quattro calciatori. Ma di galera effettiva non faranno nemmeno un giorno. E questo tutto grazie all’indulto bipartisan. Sia chiaro, non è la prima volta che succede. Tutti i grandi ultimi scandali finanziari e politici sono finiti così, senza che nessuno abbia fatto un solo giorno di carcere.

Per questo comincio sempre di più a pensare che siamo il Paese dei bluff, con le sue inchieste giudiziarie con arresti eccellenti in pompa magna e con un eccezionale dispiego di risorse economiche per impegnare le forze dell'ordine in retate spettacolari. L'indomani la cassa risonanza mediatica funziona alla meraviglia: il titolone di prima pagina dei maggiori quotidiani nazionali non manca mai.

E dopo tanto clamore, dopo i processi con richieste di pene esemplari da parte dei Pm e talvolta persino dopo le adeguate condanne, domando ai lettori: avete mai visto qualche personaggio di spicco scontare la propria pena in galera?

Giusto Cusani ai servizi sociali un po' d'anni fa, Berlusconi per 15 anni al banco degli imputati a difendere la propria credibilità, ma, criminalizzazione politica a parte, le carceri italiane traboccano esclusivamente di magrebini, romeni e delinquenza nostrana di piccolo cabotaggio.

D’altronde in Italia, tra un buon avvocato, una buona condotta, uno sconto di pena o qualche altro stratagemma, va sempre così: dei colpevoli eccellenti condannati, alla fine nessuno varcherà mai le soglie di un carcere per scontare – diciamo – i propri “peccati”.
TAG:  MOGGI CONDANNATO  INDULTO  GALERA  PENA  BLUFF 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
5 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork