.
contributo inviato da Pierpaolo Farina il 7 gennaio 2009

 Sono 48 ore che a Milano nevica, adesso piove, ma è probabile che stanotte geli visto che siamo sotto zero. La più grande nevicata degli ultimi anni era stata prevista da Natale, ma quando è arrivata non c’era nessuno a gestire l’emergenza.

Spazzaneve assenti, spargisale manco a parlarne e direttive dall’amministrazione comunale inesistenti: è così che oggi Milano è rimasta completamente paralizzata, sebbene il sindaco ieri avesse detto che la situazione non era poi così grave e le scuole dovevano rimanere aperte.

Per lei 40 centimetri di neve e le strade bloccate non erano poi qualcosa di molto grave: evidentemente lei si muove in elicottero per andare a lavoro.

Nell’hinterland milanese le scuole sono rimaste chiuse, a Milano no, noi milanesi siamo rock, andiamo a scuola anche con gli sci, così ci prepariamo per la settimana bianca.

La Provincia a inviato una circolare, invitando i dirigenti scolastici a tenere chiusi gli edifici, anche per valutare i danni, ma poi spetta ai sindaci decidere il da farsi: mentre a Monza le scuole resteranno chiuse, a Milano, dove non vanno nemmeno i mezzi pubblici, bloccati dalla neve, invece rimarranno aperte: fa nulla se la presenza nelle scuole di ogni grado e indirizzo sia stata inferiore al 50% e pure su facebook sia nato un gruppo che fa il verso alla Moratti e alla sua insensata decisione di tenere le scuole aperte.

La signora Moratti, di ritorno dalle vacanze, ha detto che i disagi non sono dovuti all’incapacità dell’amministrazione, ma a casualità: le feste, la mancanza di personale, ma soprattutto le scorte di sale finite.

“Abbiamo finito il sale, anche perché ne abbiamo regalato un po’ a Torino”, è stata la frase clou del sindaco, che ha fatto perdere le staffe ai milanesi inferociti.

Ieri pomeriggio in Duomo alcuni operatori dell’AMSA hanno cominciato a pulire le strade solo verso le sei e oggi pomeriggio dei 160 camion di sale promessi, non ne è arrivato manco uno, proprio per le strade bloccate.

Letizia, hai finito il sale? Vai a fare la spesa, che è meglio!

TAG:  MILANO  MORATTI  SALE  NEVE  DISAGI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork