.
contributo inviato da stefania modestino il 24 novembre 2008
la voce di officin@ democratica

gwcached,77
24 novembre 2008
Il dubbio...la politica è valore o disvalore?

Il dubbio...la politica è valore o disvalore?

http://laboratoriodemocratico.myblog.it/

zola.jpgVorrei solo capire, è sbagliato dirle le cose oppure farle?Gli atti di arbitrio vanno subiti e non denunciati? Gli imbrogli vanno sostenuti senza nè parlare nè pensare? Queste sono le regole omertose di altre organizzazioni non di un partito e soprattutto non del PD !
Per quando mi riguarda sono aperta a qualsiasi confronto democratico e a qualsiasi scontro ma nelle regole che altri invece hanno tradito.Non esistono luoghi di confronto e discussione qui c'è la legge dei "capobastone".
E poi ci sentiamo dire: Amici del PD...ma quali amici!
Tra amicizia e complicità c'è una bella differenza. Con chi commette abusi e atti contrari all'etica non si può essere amici ma complici! E non penso che ci si debba prestare a questo e cadere tanto in basso.
E' questo il PD che vogliamo costruire?
Questa è, forse, la riflessione più urgente per capire, al di là della cupiditas honoris dei singoli, noi cosa vogliamo fare per il nostro territorio o veramente tutto è funzionale alle varie candidature e quindi tutto diventa lecito? Fatelo pure, ma non vi chiamate più partito...non è questa la politica... questa è l'illegalità che ha rovinato tutta la Campania da cui i nostri giovani migliori sono fuggiti.
Continuerò a denunciare e a protestare contro questa idea malata della politica e del governare.... E non mi si risponda con inutili facezie come è accaduto oggi al telefono con un minaccioso sms...parliamo di criteri oggettivi...o oggettivamente condivisibili...e stendiamo un velo sul congresso...guardiamo alle cose che sostanzialmente danneggiano tutti noi... parentopoli è solo la punta di un iceberg...ora ci sono altre spartizioni in campo...l'ASI e gli Enti paritetici..altri bottini da spartire in barba all'etica e alla legalità e, soprattutto, alla faccia di tutti i giovani che hanno sperato nella meritocrazia e si ritrovano oggi con percorsi vanificati dalle parentopoli ,dalle consulentopoli e dalle politicopoli funzionali solo alle clientele elettorali.Tutto si  incancrenisce funzionalmente alle candidature europee e regionali!

Noi del PD non lo possiamo consentire!
Se vogliamo "bene" al PD dobbiamo curare le sue patologie...non occultarle!
Oggi qualcuno mi ha detto che "i panni sporchi si lavano in famiglia"..ASSURDO!
Molti condividono la mia amarezza...nella plurale diversità si è uniti nelle regole e nei criteri..e soprattutto nei valori.
Non dobbiamo farci impressionare dal consenso..nè ricercarlo ad ogni costo...dobbiamo costruirlo in modo corretto..così..solo così cresceremo...davvero!

Tra l'altro da tangentopoli ad oggi nulla è cambiato: sempre gli stessi cognomi, nomi e cognomi già presenti nelle condanne e nei quaderni del CSM su tangentopoli e camorra.Ha ragione Veltroni a volere la discontinuità, ma deve stare attento a non isolare i territori, perchè noi siamo soli qui a combattere contro i poteri locali che sono molto forti grazie alla possibilità di fare clientela con il malgoverno.

Amareggiata,ma con ancora tanta voglia di combattere, saluto  tutti... Amici..Amici in rete..amici del blog..amici di facebook..amici del PD...amici...Stefania



Ps- Oggi qualcuno ha cercato di usare contro di me la fallace logica dell'argomentum ad hominem..ovvero il ricatto....piuttosto non usassero i criteri del più bieco personalismo con le regole ad personam...noi siamo del PD...non del PDL...la "L" non c'è..non c'è!!!

Poscia, più che 'l dolor, poté 'l digiuno. (XXXIII, 75) Dante Alighieri

parafrasando:

Poscia, più che 'l valor, poté 'l potere- Conte Ugolino versione Caserta
TAG:  PD  DISCONTINUITÀ  TERRITORIO  CASERTA  LE SORELLE DI DON CHISCIOTTE  VELTRONI.LEGALITÀ E VALORI  POLITICA E DISVALORI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
15 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork