.
contributo inviato da rudyfc il 14 novembre 2008
Come si promuove la raccolta differenziata? Può servire uno spettacolo degli Amici di Maria De Filippi? E una sfilata di moda? Per il presidente dell'Ato Ambiente di Ragusa sì, tanto da aver fatto di questi spettacoli due momenti centrali (anche sul piano dell'impegno economico) della campagna comunicativa che l'azienda che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in provincia ha promosso negli ultimi mesi.

Qualche dubbio è stato sollevato però da diverse parti. E, forse, non a torto. Tanto che anche Roberto Cavallo, presidente della cooperativa Erica, azienda piemontese tra le più affermate in questo campo, ha preso carta e penna e ha scritto al presidente dell'Ato ibleo per chiedere: era davvero questo l'impegno previsto dal capitolato d'oneri collegato all'appalto? La società del presidente Cavallo è arrivata seconda in graduatoria dietro la Pomilio Blumm srl di Pescara e adesso, lette le reazioni critiche alla campagna di comunicazione promossa dai concorrenti, si rende disponibile ad affiancarli per intraprendere iniziative realmente rivolte ad agevolare l'introduzione e il potenziamento della raccolta differenziata.

Insomma, nessuna critica, nessuna rivendicazione, ma una proposta d'aiuto di fronte all'evidente inefficacia delle operazioni svolte finora.

Rimane comunque il dubbio: era davvero questo il compito che si chiedeva all'impresa aggiudicataria dell'appalto? Se così non fosse, comunque, la Erica non esclude di "procedere di conseguenza". I soldi, comunque, ormai sono stati spesi...

Ecco di seguito il testo della lettera scritta da Roberto Cavallo che, com'è possibile notare, è stata inviata per conoscenza anche al presidente della provincia Antoci.

Spett.le ATO Ragusa Ambiente

Alla cortese attenzione egr.sig.Presidente, dott. Giovanni Vindigni
Egr.sig. Responsabile Unico del Procedimento, dott. AngeloBoccadifuoco
Egr.sig.Dirigente dell’Area Tecnica, dott.chim. Fabio Ferreri

E p.c.
Egr.sig.presidente Giunta Provinciale, Ing.Giovanni Francesco Antoci
Egr. sign. Responsabile territoriale ARRA dott. Salvo Ventura

Oggetto: richieste di chiarimento in merito all’attuazione del piano della Comunicazione dell’ATO Ragusa Ambiente

In qualità di secondi classificati nella gara relativa alla definizione esecutiva del piano della comunicazione per l’introduzione della raccolta differenziata porta a porta nella Provincia di Ragusa, ci permettiamo di intervenire nel dibattito in corso relativo al piano di cui sopra.

Siamo ad evidenziare come, dalla lettura dei media, emerga che le azioni previste dal capitolato d’oneri al quale la nostra società, ERICA soc. coop., ha risposto, non trovino riscontro nell’applicazione né nelle modalità né nei tempi.

Il progetto da noi redatto riguardava, infatti, l’attivazione del servizio di raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio provinciale suddiviso in lotti di 30.000 abitanti ciascuno, entro la fine del 2008. Tale campagna di comunicazione non aveva, dunque, a nostro avviso, alcun carattere “emozionale” o di cultura generale sulla raccolta differenziata e tanto meno ludico, se non in via del tutto secondaria, ma si trattava anzi di una comunicazione propedeutica all’attivazione di un nuovo servizio e dunque di coinvolgimento attivo della cittadinanza e di partecipazione degli stakeholder e delle amministrazioni locali attraverso incontri, consegne porta a porta dei materiali e animazione territoriale.

Vorremmo far presente che la nostra società, giunta seconda in graduatoria per soli 3,55 punti aveva redatto un progetto nel pieno rispetto delle prescrizioni di capitolato, il cui oggetto era l’accompagnamento dell’ATO nell’introduzione del sistema di raccolta domiciliare. Attività che vede la nostra azienda leader in Italia e oggi impegnata nell’attivazione di servizi porta a porta e di raccolta differenziata in comuni come Roma e Napoli oltre che in altre centinaia di amministrazioni locali dalla Sicilia alla Valle d’Aosta e anche fuori Italia.

Rimane, dunque, il dubbio di essere stati troppo “scrupolosi” nel rispondere alle indicazioni del disciplinare tecnico (ovvero dovutamente attenti nel rispondere esattamente alle richieste della lex specialis di gara), a scapito di una maggior creatività del prodotto comunicativo (vedi le azioni realizzate quali il concerto di Amici, le sfilate Ecofashion, le Arene, ecc.) che si sta rivelando preponderante nell’esecuzione del lavoro, almeno da quanto i media ci concedono di conoscere.

A questo riguardo, siamo qui a chiedere informazioni in merito alle azioni comunicative intraprese direttamente dall’ATO Ragusa Ambiente, riservandoci di verificarne la congruità rispetto al capitolato e di procedere di conseguenza.

Siamo, infine, ad attirare la vostra attenzione sul fatto che ERICA soc. coop., è disponibile a coadiuvare l’ATO Ragusa Ambiente per la messa in opera del progetto esecutivo di raccolta differenziata e delle azioni di animazione territoriali che dovessero rendersi necessarie per raggiungere gli obiettivi di raccolta differenziata definiti dall’autorità regionale, dalle leggi dello Stato e dall’Unione Europea.

A disposizione per ulteriori chiarimenti ed eventualmente anche per un incontro attraverso i nostri collaboratori della sede siciliana e certi di un vostro positivo riscontro, colgo l’occasione per invitarvi ad un prossimo convegno organizzato dalla nostra società, che si terrà il 12 novembre prossimo venturo a Noto (Sr) per presentare i risultati della campagna di comunicazione condotta nel vicino ATO SR2 e alcune esperienze di successo nel raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata coordinati da ERICA soc. coop. (in particolare saranno presenti rappresentanti del Comune di Nichelino – TO e del Consorzio di Bacino Astigiano).

Nell’attesa di un vostro tempestivo riscontro in merito a quanto richiesto sopra, vi porgo i nostri più cordiali saluti,

Per la E.R.I.C.A. Soc.Coop.
Il Presidente
dott. Roberto Cavallo

TAG:  ATO AMBIENTE  RAGUSA  VINDIGNI  RACCOLTA DIFFERENZIATA  AMICI DI MARIA DE FILIPPI  ANTOCI 

diffondi 

commenti a questo articolo 3
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork