.
contributo inviato da Zadig il 12 novembre 2008

La Commissione UE, come da copione, ha approvato il piano di "salvataggio" Alitalia. Fin qui tutto bene, se non consideriamo i costi dell'operazione Fenice che appaiono spropositati rispetto a quelli previsti dal piano Air France sia come ricaduta sociale - iposti di lavoro tagliati - sia come aggravio per il bilancio statale. La Commissione UE, grazie al lavoro di Tajani, ha anche confermato l'illegalità del cosiddetto "prestito ponte", riconoscendo la discontinuità fra la vecchia e la nuova azienda. Questo significa che i 300 miliardi dovranno essere restitituiti allo Stato dallo Stato stesso. Un ulteriore regalo alla cordata berlusconiana ed un nuovo insopportabile salasso per le tasche dei contribuenti.

TAG:  ALITALIA  TAJANI  COMMISSIONE UE  PRESTITO PONTE  PIANO FENICE  PIANO AIR FRANCE 
Leggi questo post nel blog dell'autore Zadig
http://Zadig.ilcannocchiale.it/post/2088693.html


diffondi 

commenti a questo articolo 2
informazioni sull'autore
Zadig
Follonica
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
10 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork