.
contributo inviato da Marino_53 il 4 novembre 2008
che le SS.

 Mi spiego: c'è John Ringo, uno scrittore (vabbè...) americano che va per la maggiore nel pubblico che oggi vota per McCain e la Palin, e  che ha scritto una serie di romanzi sul tema dell'invasione aliena (un Nobel per l'originalità) che aspettano solo di essere analizzati per far vedere il messaggio politico che vogliono far passare, e la luce sinistra che questo getta sulla cultura politica della destra americana. 

La storia è presto detta: una razza aliena, i Posleen (centauri scagliosi col muso di coccodrillo), creata tramite l'ingegneria genetica da un'altra razza ormai estinta gli Alldenata, stanno conquistando pianeti su pianeti. Si riproducono freneticamente, hanno il vantaggio del numero, e non hanno problemi logistici, visto che mangiano tutto. Comprese le altre specie intelligenti: Cannibali per le Pari Opportunità. (qualunque riferimento agli stereotipi sull'immigrazione NON è nè casuale nè involontario)

La potente Confederazione Galattica è dominata dai Darhel un'altra razza creata o modificata con l'ingegneria genetica dagli Alldenata: incapaci di violenza fisica, subdoli, agiscono nell'ombra...insomma, sembrano gli ebrei secondo i Protocolli dei Savi di Sion o la propaganda nazista. L'economia della Confederazione è strana: non esiste la proprietà privata, e nemmeno la produzione industriale di massa, tutto il lavoro è fatto dagli Indowy, una razza di lavoratori schiavi che produce tutto in maniera artigianale. Nè i Darhel nè gli Indowy valgono granchè sul piano militare e uno dei pianeti che verrà investito dall'orda dei Posleen è la Terra. 

Per cui i Darhel decidono di prendere due piccioni con una fava e usare gli umani come mercenari contro i Posleen, modificandone allo stesso tempo la società in modo che non possano in futuro minacciare l'ordine costituito della Confederazione. Come? ma ovviamente cooptando e strumentalizzando i politici terrestri, quelli liberal e di sinistra,  che sono pronti a gettarsi ai piedi dei nuovi padroni e che odiano la gente comune. 

Il romanzo più significativo da questo punto di vista è Watch on the Rhine, (traduzione inglese del noto inno tedesco, Die Wacht am Rhein. Quello che viene sopraffatto dai presenti che si mettono a cantare la Marsigliese in Casablanca, il video si trova su YouTube) Già il titolo dice tanto...

La tecnologia galattica permette di ringiovanire gli esseri umani: il cancelliere tedesco decide di usarla per rimettere in sesto qualche superstite SS, da usare come quadri militari per addestrare le forze armate necessarie a difendere la Germania e l'Europa dai Posleen che stanno per atterrare.

Il romanzo si apre con una manifestazione della Gauche francese che si oppone alla guerra "americana" contro i Posleen (qualcuno gli dovrebbe spiegare che i socialisti francesi non sono comunisti) e prosegue con le macchinazioni dei Verdi tedeschi, che si oppongono al ringiovanimento delle SS, e ti credo: il loro leader è d'accordo con i Darhel e spera che i Posleen possano servire alla causa dell'ambiente riducendo significativamente la popolazione umana (la convinzione che i Verdi predichino il genocidio per salvare Gaia dalla razza umana è molto diffusa nella destra americana e l'ho incontrata spesso di prima mano). 

In una sequenza stile gli ultimi fattacci di Piazza Navona i dimostranti Verdi (strumentalizzati e utili idioti) si scontrano in nome dell'antifascismo con le reclute inquadrate dalle SS. Il soldato Ryan si rivolta nella tomba, suppongo.

Segue l'arrivo dei Posleen, con efferatezze disumane (beh...): per incoraggiare i soldati a combattere i nostri eroi ad esempio impiccano ai lampioni quelli che avevano ceduto a un soverchiante attacco alieno. Al centro della vicenda c'è un poderoso prototipo di carro armato a propulsione nucleare, il cui equipaggio comprende ex SS, un ufficiale di collegamento israeliano  e un tecnico Indowy. 

Alla fine le SS muoiono eroicamente, l'israeliano si convince che le SS non erano razzisti, ma anzi il primo esercito pan-europeo (questa poi l'ho trovata citata pari pari da un sito antifascista americano che analizza i siti internet dei suprematisti bianchi e simili),  il segretario dei Verdi serve da spuntino agli alieni, il figlio di una coppia francese che vediamo nella manifestazione all'inizio si arruola e il tecnico Indowy riesce a superare il suo condizionamento contro la violenza e a sparare alle navi Posleen cadendo in un fulgor di gloria. 
Quest'ultimo è forse un punto che merita attenzione: secondo Ringo la vera libertà si realizza soltanto usando le armi e uccidendo, altrimenti si è servi sottomessi alle élites, come pecore. 
Insomma, spero solo che non lo traducano in Italia e che vinca Obama...
TAG:  RINGO  FANTASCIENZA E POLITICA 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
15 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork