.
contributo inviato da Federica Bi. il 31 ottobre 2008
Spero che il Referendum che il Partito Democratico vuole indire riguardi, non solo la ormai Legge 137, ma anche e soprattutto quegli articoli della Legge 133 (approvata nell'agosto 2008) che vogliono distruggere il sistema universitario pubblico:

- Taglio di 1400000000 euro a università e ricerca;
- Possibilità per le università pubbliche di trasformarsi in fondazioni private;
- Blocco del turn-over al 20%.

Questa non è una riforma, ma solo un susseguirsi di tagli indiscriminati. Ammettendo anche che la Gelmini voglia ridurre gli sprechi, non pare poi avere nessuna intenzione di reinvestire alcunché.
Se le università diventeranno fondazioni private molti di noi non potranno più permettersele e la ricerca sarà assoggettata a interessi particolari.
Il blocco del turn-over, poi, non contrasta affatto il fenomeno del baronato: su quell'assunto ogni cinque, infatti, è assai probabile che ci sia chi ha il cosiddetto calcio nel..., non certo il meritevole.

Vi prego, fermateli!
TAG:  LEGGE 133  UNIVERSITÀ  REFERENDUM 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
31 ottobre 2008
attivita' nel PDnetwork