.
contributo inviato da marco resistenza il 28 ottobre 2008
Guardando gli investimenti dal lato delle banche si capisce qualcosa di interessante. Gli investimenti migliori per i risparmiatori non sono quelli migliori per gli intermediari. Azioni, obbligazioni, titoli di stato danno bassissime commissioni alle banche. Per questo non vengono fatti sottoscrivere a meno che non ci sia un conflitto di interesse (ad esempio quando le banche scaricavano sui risparmiatori le azioni e le obbligazioni di Cirio e Parmalat che avevano in carico).

Dal lato delle banche gli investimenti migliori da far sottoscrivere sono tutti i prodotti finanziari, si identificano facilmente perchè hanno un nome (fondo alto rendimento, index crescita sicura ecc). Su questi le banche possono applicare commissioni di gestione, commissioni di entrata, commissioni di uscita, commissioni di performance. Ogni commissione è un profitto per la banca e una perdita per il cliente. Si tratta di un gioco a somma zero dove più gli emittenti possono guadagnare più i clienti devono perdere.

Questo è il mondo degli investimenti visto dal lato delle banche.
TAG:  BANCA  INVESTIMENTO  AZIONI  OBBLIGAZIONI  TITOLI DI STATO 

diffondi 

commenti a questo articolo 3
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
14 settembre 2008
attivita' nel PDnetwork