.
contributo inviato da antoniocaivano il 27 ottobre 2008
 

LUI SI è ARRICCHITO, TU IMPOVERITO

Bisogna prendere il denaro dove si trova: presso i poveri. Hanno poco, ma sono in tanti. Diceva Ettore Petrolini

E questo Governo, nei cinque anni – 2001/2005 – ED OGGI , ha dimostrato E STA DIMOSTRANDO di sapere prendere i soldi presso i poveri con una innegabile e impagabile capacità.

Ha fatto finta di diminuire le tasse ai poveri con la storia della NO TAX AREA (ma quelle persone le tasse già non le pagavano) e, intanto, le ha diminuite per davvero ai ricchi che ne pagano veramente di meno ( 6 miliardi di sconti fiscali ai ricchi dal B………. allora) ed oggi l’ICI annullata sulle case dei ricchi ( e sono ancora altri 2,5 miliardi circa).

Ha fatto finta di diminuire le tasse statali e contemporaneamente ha diminuito i trasferimenti agli enti locali che hanno dovuto aumentare le loro tasse per poter fornire gli stessi servizi quando non hanno ridotto anche i servizi ed oggi gli ha tolto le residue entrate ICI e le sostituirà, forse, però con i soldi presi dai fondi per le aree svantaggiate (FAS). Ovvero i Poveri paghino per i Poveri, perché i Ricchi sono occupati ad arricchirsi.

Si è distratto su tutti gli aumenti ingiustificati di prezzi che ci sono stati e con questo ci ha impoveriti tutti – tutti quelli che fanno la spesa oggi sono più poveri - mezzo kilo di spaghetti,infatti, costa almeno 70 Cent. € ovvero 1400 lire circa contro le 450 – 500 lire del 2001.

Ci ha fatto sommergere dagli aumenti delle tariffe di tutti i servizi pubblici dai trasporti alla luce al gas al telefono all’acqua ai rifiuti etc etc..

Ci ha regalato aumenti ingiustificati di benzina, gasolio e gas ( con la scusa che è aumentato il prezzo del petrolio mentre in realtà il gioco ha fatto aumentare i guadagni delle imprese fornitrici a danno nostro e del Governo attraverso le Tasse. Pare che il bilancio ENEL ( per esempio) presenti il raddoppio dell’Utile in un anno e anche questo esce dalle tasche di chi lavora il bilancio ENI è una favola di guadagni i bilanci delle banche sono stati favolosi e sono cresciuti da 7 miliardi il 2002 a 24 miliardi il 2007 ed oggi garantiamo Noi – Lo Stato – per i prestiti alle imprese che le banche non fanno lo stesso – infatti la Confindustria chiede la costituzione di un fondo di garanzia- perché le Banche stanno ritirando i fidi alle imprese. Ma non esiste una parola detta dal Governo o una cosa fatta dal Governo per la gente – lavoratori, pensionati, disoccupati, precari, casalinghe, studenti –.

Anzi una cosa è evidente e chiara se una cosa serve la gente la si taglia come per la scuola. E qui una domanda basta come si fa a migliorare la Scuola dopo avergli tolto 8 miliardi, e licenziato o lasciato fuori porta 140.000 persone ?

MARIO PETRONE Segr.Reg.PSDI Basilicata

TAG:  SCUOLA  STUDENTI  BERLUSCONI  GELMINI  PD  PSDI  PDL  LUCANIA  BASILICATA  POVERTÀ  TARIFFE  RICCHEZZA  IMPRESE    ILCANNOCCHIALE  GIOVANIAMMINISTRATORI  GIOVANI  ENTI LOCALI    PARTECIPAZIONE  COESIONE SOCIALE  WELFARE  SVILUPPO  ECONOMIA  IMPRESE  SOSTENIBILITÀ  NON PROFIT  SOCIETÀ  STATO  PUBBLICO  PRIVATO  BENESSERE  CRESCITA  RESPONSABILITÀ  IMPRESA  ORGANIZZAZIONE  SOCIALE  PD  PARTITO  DEMOCRATICO  GEOPOLITICA  TERRORISMO  INDIA  PAKISTAN  IRAN  AL QUAEDA  AFGHANISTAN  DROGA  ARMI  PROLIFERAZIONE  NUCLEARE  GUERRA  MAFIA  CAMORRA  'NDRANGHETA  SACRA CORONA UNITA  AIEA  NATO  UE  PENTAGONO  ENDURING FREEDOM  IRAQ  AL QAIDA  GLOBALIZZAZIONE  COREA DEL NORD  TRAFFICI  NARCOTRAFFICO  NIGERIA  LIBIA  SINISTRA  POLITICA  ELEZIONI  SOCIALISMO  ARCOBALENO  SINISTRARCOBALENO  ESTERI  AMBIENTE  PACE  GUERRA  TERRITORIO  CAMBIAMO L'ITALIA  POLITICA  BERLUSCONI  VELTRONI  DI PIETRO    GIOVANIPD 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
13 ottobre 2008
attivita' nel PDnetwork