.
contributo inviato da stefania modestino il 23 ottobre 2008
Questo post è tutto dedicato all'intervento sul nostro blog dell'on.le De Girolamo che, per la verità, "entra a gamba tesa" in un fuori partita...voglio dirLe On.Le che la Sua risposta è molto polemica, ma, altrettanto gradita, anche se risulta, però, decontestualizzata poichè giunge in un diverso ed evoluto momento della discussione...Comunque Lei è sul nostro blog e, ripeto, è ospite gradita...anzi ho il piacere di invitarLa ad una delle tavole rotonde che l'Associazione Officina Democratica (di cui laboratorio democratico costituisce un luogo di confronto e delle idee) ha in calendario per l'ultimo trimestre del 2008.

Ed ora, questa volta "mi consenta" Lei...posso dirlo anch'io-sa- sono cavaliere della Repubblica-Le risponderò...punto per punto al commento...con ironia...non se la prenda mia giovane Onorevole...e non confonda la dialettica mordace con l'arroganza...perchè il vero arrogante è colei o colui che non tollera il racconto della realtà e non tiene conto che nei cittadini non c'è rabbia- che peraltro sarebbe giustificata e comprensibile- ma solo indignazione e tanta!

2041936522.JPGDi seguito la mia risposta scherzosa...trasformata in un "botta e risposta"... utilizzando il commento dell'Onorevole De Girolamo:
920230589.jpg


( post del 27 agosto qui e commento del 9 ottobre dell'on.le De Girolamo qui)

On.le De Girolamo:Gent. Professoressa, nonostante l'esagerazione verbale non perdo mai la mia gentilezza e sono sempre disponibile al confronto e al dialogo.

Stefania Modestino:On.le...che piacere averLa sul blog...trova la mia analisi un'esagerazione verbale? Lo sono i diminutivi onorevolina e signorina ? No,quella è ironia...piuttosto i nodi affrontati relativi al malessere sono frutto delle esagerazioni della politica...mi consenta...delle arroganti nomination...del ritenersi al di sopra della legge come Suoi importanti colleghi di partito che eludono la legge rimanendo indenni...non colpevoli in barba ai reati contestati che- a guardar bene- sono costi per la comunità...ora mi dica è "esagerato" il fare una cosa o il raccontarlo?

On.le De Girolamo:Dalle sue parole si evince una certa rabbia ed anche se non condivido cadute di forma ed eccesi verbali, giustifico la sua saccenza ed arroganza intellettuale con un momento di superficialità nel giudizio.

Stefania Modestino:Andiamo con ordine. "Rabbia" di cittadina indignata...scusi ma Lei viene dalla Svizzera o dalla Campania? Indignazione e rabbia sono ancora reazioni molto contenute e nei limiti delle regole democratiche...o già hanno abolito la libertà di opinione? Beh...se ancora possiamo pensare ed esprimerci, mi consenta, ancora una volta,di suggerirLe l'uso dei distinguo...saccenza ed arroganza? Ma si rende conto che ho quasi il doppio dei suoi anni ed ho un figlio della sua età..da buona politica avrebbe dovuto cogliere l'esperienza e con essa anche le amare esperienze di una campana non "spinta" dalla politica...piuttosto noto che Lei mantiene un tono "generalista"..ci sono tanti nodi evidenziati nel post..ma a Lei sono sfuggiti...o si tratta di scelta politica? Appartenenza, presenza delle Istituzioni, valorizzazione della cultura, crisi della Scuola, corruzione della società..possibile che Lei non abbia colto?

On.le De Girolamo:Comprendo che Lei è abituata a giudicare e dare voti, ma ritengo giusto ed opportuno sottoporre tutti ad una valutazione democratica ed equilibrata.

Stefania Modestino:Come si vede che lei non conosce la scuola! Conserva ancora la percezione adolescenziale del voto! Non sono abituata a giudicare o, quantomeno, non più di qualsiasi altra persona, come docente sono chiamata, nell'ambito della mia funzione, a valutare...e questo, cara e giovane Onorevole, non è mai frutto di arbitrio. Infatti, a monte della valutazione vi è una programmazione ed una valutazione di essa in itinere con opportuni adeguamenti per calibrare le proposte sui ritmi di apprendimento nonchè sulla qualità di questo.Ogni step, ogni unità va verificata attraverso la prova scritta e quella orale secondo regole tassonomiche ben precise. Il voto è solo una sintesi...ma non è un giudizio...esso esprime una valutazione...e poi a voi della PDL tanto che piacciono i voti...li volete mettere anche alla scuola di infanzia!!
Lei discuteva di voti degli alunni agli insegnanti...a Napoli si dice " I maccaroni sopra e o' furmagge sotto"...era sinceramente una sciocchezza, lo riconosca con intelligenza e spirito democratico...piuttosto delle pagelle ai politici..Lei non ne parla..ah ma ora siete nominati e non votati..dimenticavo...

On.le De Girolamo: La invito solo a verificare cosa accade nelle università (a proposito di mezzi di valutazione ai quali mi ispiravo con il mio dire), nonchè a leggere cosa è avvenuto in Francia sul web. Mi meraviglio che una così "dotta" reagisca alle provocazioni con tanto risentimento...

Stefania Modestino:Lei parlava di insegnanti...all'Università ci sono i docenti e gli studenti..non gli alunni...e poi non a caso non ho menzionato la Francia il cui sistema scolastico non è migliore del nostro...se Lei ricorda il modello citato era quello anglosassone...E poi veda non sono "dotta" pur avendo un lungo, nutrito e sudato curriculum studiorum ...ma se Socrate- maestro dell'ironia come necessaria pars destruens- bevve la cicuta per inventare l'uomo moderno allora Le posso ben dire che noi, gente ordinaria...cittadini qualunque del sud...lavoratori "fessi"...noi, cara Onorevole, abbiamo imparato a berla con il caffè questa cicuta...ecco perchè noi siamo contemporanei...e spesso la nostra velocità di sintesi viene fraintesa...le analisi le viviamo e cara Onorevole siamo esasperati dalla politica e dalle caste...siamo al limite del tollerabile!

On.le De Girolamo::la mia preoccupazione però, con tutto il rispetto x le sue idee, si concentra sul commento di questo giovane studente del sud. Da insegnante non dovrebbe preoccuparsi delle pagelle (mi consenta!), bensì di questo ragazzo che immediatamente ha pensato allo scambio di voti, ad accordi fra le parti, alla camorra...dichiara altresì di prediligere regole e disciplina al dialogo e al confronto...

Stefania Modestino:Infatti...non mi preoccupa un ragazzo che pur avendo la lettura puntuale della società e delle dinamiche che caratterizzano le Istituzioni si dichiara sostenitore delle regole..legalità significa saper decodificare i sistemi e, quindi, avere l'autonomia critica di non adeguarsi ai modelli sbagliati...preoccupa invece l'ipocrisia della politica..a Lei non risulta che in Campania ci sono connivenze e legami tra politica,istituzioni e camorra? Allora forse veramente viene dalla Svizzera...Onorevole vada a leggere non dico i giornali, ma i quaderni del CSM e scoprirà quanti nomi anche del Suo partito ci sono nel capitolo su Caserta, la politica e la camorra dei casalesi...I nostri ragazzi devono conoscere la realtà e devono essere educati a combatterla per affermare la legalità..questo in Campania e in Italia..in Svizzera non saprei...

On.le De Girolamo
....e pensare che sto scrivendo su 1 blog di sinistra!

Stefania Modestino: AH! Un colpo al cuore!! Ma cosa mi combina Onorevole...prima un "x" al posto della preposizione semplice "per" e adesso cosa mi scrive!! 1 blog..ma come 1 invece di un come se l'articolo indeterminativo fosse rappresentativo di una quantità...se fosse mia alunna certamente non farebbe questo errore che è perdonabile solo nei messaggi scritti sul cellulare con il T9...e poi...mi consenta....regole, legalità,cultura e scuola..non sono nè di destra nè di sinistra...e noi di laboratorio democratico siamo obiettivi...ci legga con più attenzione ...la critica politica non è mai carica di astio personale..anzi Le ribadisco l'invito con simpatia...potrebbe intervenire con il nostro amico on.le Graziano che si è anche speso in Sua difesa...l'aspettiamo a Caserta. Buona giornata!
TAG:  OFFICINA DEMOCRATICA  CONTRO LA DESTRA  DE GEROLAMO  GELMINI  STEFANIA MODESTINO  CASERTA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
15 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork