.
contributo inviato da antoniocaivano il 23 ottobre 2008
Consiglio Provinciale di Potenza
Gruppo : “Società Civile …”PSDI
Antonio CAIVANO

Potenza 1/10/2008                                                                                                                                      

PROPOSTA PRATICA PER TUTTA LA VAL D'AGRI

Il bando per il sostegno alle imprese che assumono Viggianesi ( questo è il secondo ) crea qualche disagio che comincia ad apparire sugli organi di informazione. La questione è che il Viggianese è avvantaggiato mentre il Moliternese o altro no e chiaramente in una situazione di altissima disoccupazione, nei paesini della Basilicata, la vicenda viene vista come discriminazione e i mugugni aumentano. Il problema, però, è che il Petrolio non ha portato sviluppo, lavoro e benessere alle persone come questo Bando indirettamente denuncia. E questo Bando non risolve alcuno dei problemi di sviluppo e occupazione. Infatti l’impresa che assume ulteriore personale di Viaggiano riceve per tre anni un contributo mensile per lavoratore assunto e dopo si è punto e daccapo. Senza contare che l’impresa che ha tre dipendenti e lavoro per queste unità - per accedere al contributo – può essere invogliata a licenziare gli attuali per riassumerli. Per evitare,quindi, polemiche e discriminazioni, sarebbe necessaria una seria politica indirizzata ad alcuni obiettivi forti : riduzione stabile dei costi di impresa ( il Bando al riguardo è solo un pannicello caldo che non affronta la questione); riduzione stabile dei costi del vivere nei paesini dell’interno. La riduzione stabile dei costi della vita potrebbe favorire l’aumento della residenzialità ed è ovvio che la riduzione stabile dei costi di impresa favorirebbe l’operatività di queste, l’aumento delle commesse e l’aumento dell’occupazione di Viggianesi e non. Ma qui scontiamo l’assenza di idee e progetti necessari, e mi permetto di avanzare un suggerimento pratico: il Comune potrebbe finanziare la trasformazione a Metano o GPL delle auto dei Viggianesi e finanziare l’ampliamento delle stazioni di servizio per la fornitura di GPL e Metano con la conseguenza che ogni Viggianese (che viaggi per lavoro o studio o diporto) avrebbe ridotta la spesa, almeno, al 50% il che significa che se uno, oggi,( per fare 100 km al giorno) spende 13 € dopo ne spenderebbe 6 di euro al giorno con un vantaggio considerevole, diffuso e continuo nel tempo. Ma ovviamente, la stessa cosa potrebbero fare tutti i Sindaci che incassano le Royalty del Petrolio portando a tutti i propri concittadini un beneficio reale, immediato e continuo senza che si debba aspettare la realizzazione della promessa di Berlusconi.

TAG:  POLITICA  ECONOMIA  DISOCCUPAZIONE  POTENZA  AUTO  BASILICATA  LUCANIA  PETROLIO  SVILUPPO  OCCUPAZIONE  RISPARMIO  METANO  TRASPORTI  GPL  VAL D'AGRI  VALDAGRI  VIGGIANO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
13 ottobre 2008
attivita' nel PDnetwork