.
contributo inviato da Francesco Zanfardino il 2 ottobre 2008

                                                               

Oggi è il 2 Ottobre. Esattamente 169 anni fa nasceva Mahatma Gandhi, leader spirituale e politico di quell'India che semplicemente attraverso la non-violenza e la disobbedienza civile riuscì a rendersi indipendente dal controllo inglese. Così, attraverso proteste mute, "guerre del sale", boicottaggi, non-cooperazione, Gandhi divenne il simbolo di quella protesta non-violenta che però ottiene risultati concreti, rendendo la società più giusta e più rispettosa dei propri simili. Tanto che l'anno scorso l'ONU ha deciso che questa giornata diventasse Giornata internazionale della non violenza.

Tanto si può scrivere di Gandhi. Ma siccome cerco di essere breve ed essenziale, mi piace descriverlo con questa frase: "Ci sono cose per le quali sarei disposto a morire, ma nessuna per le quali sarei disposto ad uccidere".

www.discutendo.ilcannocchiale.it

TAG:  INDIA  GANDHI  NON VIOLENZA  RISPETTO  2 OTTOBRE  NASCITA DI GANDHI  GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA NON VIOLENZA  DISSOBBEDIENZA CIVILE  NON COOPERAZIONE 

diffondi 

commenti a questo articolo 4
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork