.
contributo inviato da Mic03 il 10 settembre 2008
Ciao a tutti,
l'amico Walter ha detto a Firenze che dobbiamo vincere contro Berlusconi senza mai colpire l'avversario sotto la cintura e potrebbe starmi bene, il fatto è che sono quelli di Destra che non fanno altro che colpire sotto la cintura e chi subisce fa la figura barbina. Ieri a Ballarò per esempio vedevo che Tremonti attaccava, insultava, umiliava colpiva il più basso possibile e il povero D'Alema che aveva ordini di scuderia di non colpire basso, subiva difendendosi di fioretto mentre Tremonti dava mazzate di macete. Alla fine chi ha visto la trasmissione all'unanimità (da un piccolo mio sondaggio) ha visto vincitore solo il Tremonti scorretto. Non credo caro Walter che la gente capisce gli attacchi di fioretto, mentre si esalta quando si colpisce basso, ormai la tv li ha educati in questo modo e sarà difficile riportarli ai toni che vuoi tu. Comunque qualsiasi linea politica proponi io sto con te.
Un saluto a tutti
Michele 
TAG:  SCUOLA  ISTRUZIONE  TAGLI  MANOVRA  ECONOMIA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Tetragono inviato il 11 settembre 2008
I casi sono due: o Veltroni non sa chi ha di fronte o non ha la minima idea di come affrontare l'avversario.
In entrambi i casi, Berlusconi avrà vita facile.
commento di piet inviato il 11 settembre 2008
Mi sa tanto che D'Alema e non solo è ricattato.
Avendo egli scheletri nell'amadio.
SE NE VADANO!
QUESTI. CI FARANNO PERDERE SEMPRE!
commento di piet inviato il 11 settembre 2008
A proposito di D'Alema.
Non vi siete accorti da quando era comunista ad oggi,
quale mutazione genetica ha subito?
Prima, quando interveniva in Parlamento dall'opposizione,
faceva interventi taglienti che solo lui sapeva fare.
Ormai, da molto tempo, è cambiato. Tutto miele, remissivo.
Come si spiega tutto cio?
Secondo me, ha gli scheletri nell'armadio.
Se ne deve andare dal partito, insieme a tanti dirigenti.
Sia del vecchio DS sia della Margherita. In particolare, Rutelli.
Con loro, potranno venire soltanto SONORE SCONFITTE!
Alle prossime elezioni.
commento di Alezeia inviato il 11 settembre 2008
Anch'io ho visto Ballarò e sinceramente, con molto dispiacere, devo dire che Tremonti ha retto decisamente meglio il "duello". D'Alema non mi è sembrato molto convincente e tantomeno combattivo o "combattente" come egli stesso ha detto di saper essere. Peccato, ieri non è stato nè combattente nè combattivo. Sembrava annoiato, distratto e demotivato. Deprimente, non mi è piaciuto. Decisamente,come frapem, penso sia necessario un rinnovo della classe dirigente. Ci vogliono persone piene di grinta, di entusiasmo e soprattutto senza scheletri negli armadi.
commento di giancarloba inviato il 10 settembre 2008
Incidente probatorio per il grande accusatore di del turco
Sanità in Abruzzo, Angelini tira in ballo
Fassino, Forza Italia e i servizi segreti
«Proteggeva i miei avversari». La replica: «Cercano di coprire i 500 mila euro a Forza Italia»

PESCARA - Servizi segreti e politici nazionali coinvolti sulla gestione della sanità in Abruzzo. Nella seconda giornata d’incidente probatorio, Vincenzo Angelini è stato un fiume in piena. Messo sotto torchio dai magistrati che si stanno occupando dell'inchiesta sulle presunte tangenti nella gestione della sanità in Abruzzo, il re delle cliniche private nella regione ha tirato in ballo anche Piero Fassino.

POLITICI - Nelle dichiarazioni rilasciate nell'aula uno del tribunale di Pescara, Angelini ha spiegato che l'ex segretario dei Ds avrebbe sostenuto un suo concorrente nel settore della sanità privata, Franco Pierangeli, con l'appoggio a livello locale del vicepresidente della Regione Abruzzo, Enrico Paolini (Pd). Nessun legame, va precisato, tra Fassino e la questione delle presunte tangenti. Ma Angelini non ha escluso che dietro vicenda si nasconda la mano dei servizi segreti. «Può darsi», è stato il suo commento al termine dell'incidente probatorio terminato intorno alle quattro. Altre accuse sono andate, poi, all'indirizzo di Forza Italia, verso cui l’imprenditore ha ammesso di aver consegnato 500mila euro come finanziamento al partito e verso Alleanza nazionale, in misura minore.

LE REPLICHE - A difesa dell'ex governatore dell'Abruzzo, Ottaviano Del Turco e degli altri indagati era sceso in campo in mattinata l'ex segretario alla presidenza della giunta regionale, Lamberto Quarta: «Il centro sinistra non ha preso soldi», ha detto. Lo stesso Quarta ha sottolineato come Angelini si sia contraddetto più volte nelle sue dichiarazioni, ma è stato smentito dal legale dell’imprenditore, Sabatino Ciprietti. Per l’avvocato, infatti, il suo assistito ha confermato anche oggi tutte le accuse nei confronti
commento di frapem inviato il 10 settembre 2008
Ho visto anch'io ballarò, ma Tremonti aveva ragione:
Sui rifiuti di Napoli, il piano era certo di Prodi, ma la determinazione è stata di Silvio.
Sulla scuola è stata brava Concita ad ammettere la bontà dei grembiuli e del ritorno al voto, mentre sui tagli ha invitato Tremonti alla prudenza, e il ministro, con molto garbo, ha detto che si sarebbero mossi in tal senso.
Certo, si poteva obiettare che sono molti gli insegnanti, e lo sono davvero, ma sono molti anche mille parlamentari...Ma questo dalema non lo può dire...per questo dico che abbiamo bisogno di giovani dirigenti non collusi con il sistema, che ci rappresentino in questi teatrini.
commento di teolex77 inviato il 10 settembre 2008
Basta vedere come sono andate le elezioni ed il consenso di cui ancora oggi gode il governo per capire che si debba cambiare strategia.
Io vorrei sapere dai dirigenti del pd quali disastri il governo deve ancora fare per capire che é necessaria un'opposizione molto più dura ed incisiva rispetto a quella soft ed inconsistente di oggi.
Intanto ci avviamo verso un'altra prevedibile catastrofe: quella delle elezioni europee
commento di grandmere inviato il 10 settembre 2008
A me non pare che D'Alema ieri sera sia uscito battuto dal duello con Tremonti, perciò devi rivedere un po' il tuo sondaggio.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
16 giugno 2008
attivita' nel PDnetwork